Bologna, uomo accoltella tunisini che occupano il suo camper | Notizie.it
Bologna, uomo accoltella tunisini che occupano il suo camper
Cronaca

Bologna, uomo accoltella tunisini che occupano il suo camper

Bologna
Bologna

A Bologna 3 tunisini hanno occupato abusivamente un camper. Il proprietario li ha accoltellati, costringendoli al ricovero in ospedale

E’ finita nel sangue l’occupazione abusiva di un camper a Bologna. Tre tunisini hanno occupato il mezzo e quando il proprietario li ha scoperti li ha accoltellati. Rimasti feriti, sono ora ricoverati in ospedale. Uno versa in condizioni più critiche, a causa di una ferita più profonda riportata al braccio.

Bologna, gli occupano il camper e li accoltella

Già in estate aveva subito un furto nel suo camper. E quando nella mattinata di giovedì 18 ottobre (erano circa le 7.30) la moglie si è accorta che l’oblò del caravan era aperto, l’uomo è sceso di casa portando con sé un grosso coltello da cucina. Quindi, si è fatto giustizia da sé. Una folle ira ha colpito un cinquantenne che, al culmine della rabbia, ha ferito i tre tunisini. Gli incriminati hanno solo 23, 25 e 27 anni. I ragazzi avevano occupato il suo camper, parcheggiato in via Cleto Tomba, in zona Fiera.

Bologna

Tutto è successo in pochi minuti. L’uomo, mentre la moglie chiamava la polizia, è sceso in strada ed è entrato nel mezzo.

Dentro era tutto a soqquadro e nel letto dormivano i tre tunisini, con precedenti. Così, dopo aver urlato per farli andare via, ha iniziato a tirare fendenti contro gli abusivi, ferendoli tutti, uno in maniera un po’ più seria, a un braccio. Intanto è arrivata la polizia: il cinquantenne ha consegnato subito il coltello agli agenti, mentre in via Cleto Tomba arrivavano anche le ambulanze, che hanno trasportato i tre feriti al Maggiore. L’uomo ha raccontato di essersi spaventato e, per difendersi dai tre, superiori in numero e potenzialmente pericolosi, li ha colpiti. Alla fine, è stato denunciato per il porto d’armi e per lesioni aggravate gravissime.

I tre sono stati medicati in ospedale. Il più grave, il ventisettenne, dovrà essere operato, perché il taglio gli ha lesionato un tendine del braccio. Anche loro, comunque, dovranno rispondere per il tentato furto aggravato in concorso e il ventisettenne, che aveva già un’espulsione (rimasta solo sulla carta) ed è stato denunciato anche non aver ottemperato al provvedimento.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 725 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.