Cucchi, verbali modificati: indagato un altro carabiniere
Cucchi, verbali modificati: indagato un altro carabiniere
Cronaca

Cucchi, verbali modificati: indagato un altro carabiniere

Stefano Cucchi

Indagato un altro carabiniere nell'inchiesta su falso ideologico che si è aperta dopo la confessione del pestaggio di Stefano Cucchi.

Dopo la confessione del pestaggio da parte del carabiniere Francesco Tedesco, si è aperto un nuovo filone d’inchiesta sulla morte di Stefano Cucchi. Nel registro degli indagati finisce così un altro militare, il maggiore Luciano Soligo. Ilaria Cucchi commenta però: “Questa storia non è ancora finita”.

Nuovo indagato e verbali modificati

C’è un nuovo indagato per la morte di Stefano Cucchi. Si tratta del maggiore Luciano Soligo, all’epoca comandante della compagnia Talenti Montesacro. Il carabiniere è finito all’interno del filone di inchiesta che si è aperto dopo che Francesco Tedesco ha confessato il pestaggio che il 15 ottobre 2009 ha dovuto subìre il 30enne romano, quando fermato e portato in caserma. Con Soligo sono indagati anche, per falso ideologico, il luogotenente Massimiliano Colombo (della stazione di Tor Sapienza) e il carabiniere scelto Francesco Di Sano. Nel corso del processo i due militari hanno infatti dichiarato di aver dovuto, dopo un ordine gerarchico, modificare il verbale su Cucchi.

Falsi ordinati per far dire ai medici legali dei magistrati che mio fratello era morto di suo, che era solo caduto ed in fin dei conti non si era fatto niente.

Era morto solo ed esclusivamente per colpa sua e nostra.
Io e Fabio lo abbiamo detto per anni che ciò non era assolutamente vero. Lo abbiamo urlato per nove anni” commenta su Facebook Ilaria Cucchi.

“Che sensazione provo ora? Soddisfazione? No. Rabbia per tutto il dolore infertoci con insulti minacce e false verità? Si. Dolore ed amarezza, come cittadina per l’Arma dei Carabinieri? Anche. – aggiunge – La vorrei affianco a noi ma ho negli occhi lo sguardo del suo Comandante a lungo fisso su quelli di Fabio. Come quando ci si sfida a chi abbassa prima lo sguardo”. “Non è ancora finita questa storia dove una normale famiglia Italiana viene stritolata da uomini delle istituzioni ma reagisce e resiste per nove anni senza mai perdere fiducia in esse” conclude amaramente la sorella di Stefano.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Y Not? Borsa Donna a Tracolla Y NOT J-331 Champs Elysees
51.6 €
86 € -40 %
Compra ora