Milano, ragazza si butta sui binari: salvata dal macchinista
Milano, ragazza si butta sui binari: salvata dal macchinista
Cronaca

Milano, ragazza si butta sui binari: salvata dal macchinista

metro linea rossa milano suicidio
metro linea rossa milano suicidio

Sventato il tentativo di suicidio di una quindicenne a Milano. La ragazza si è buttata sui binari del metrò, ma il macchinista ha frenato in tempo.

A Milano una ragazza di soli quindici anni ha tentato di suicidarsi gettandosi sui binari della metropolitana. Il macchinista, accortosi del disperato gesto della giovane, è riuscito a frenare in tempo, evitando la tragedia. L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di sabato 20 ottobre, alla fermata della linea rossa della metropolitana di Pagano, nella zona occidentale della città. Il macchinista che, grazie ai riflessi pronti, ha evitato la morte della quindicenne è, a sua volta, piuttosto giovane: ha ventinove anni. Ciò che più lo ha sconvolto è però, che non si trattava della prima volta che incorreva in un episodio simile.

I tentativi di suicidio della metro di Milano

Le banchine e i binari della metropolitana di Milano sono già state teatro di episodi simili a quello verificatosi il 20 ottobre. Fortunatamente questa volta il macchinista ventinovenne è stato abbastanza pronto per non travolgere la quindicenne alla stazione di Pagano. Il giovane è dipendente dell’Azienda Trasporti Milanesi dal 2016 e, nel marzo 2018, aveva salvato la vita a un altro adolescente.

Un ragazzo di diciassette anni, alla fermata di Loreto, aveva tentato di buttarsi sui binari prima dell’arrivo del treno. Anche in quel caso il macchinista, con grande prontezza di riflessi, aveva frenato bruscamente. Ad aiutarlo un agente di polizia fuori servizio che, accortosi dello scatto del ragazzo verso i binari, si era avventato su di lui per fermarlo.

Visti i tentati suicidi sulle linee M1, M2 e M3 della metropolitana di Milano le banchine della linea M5, la cosiddetta “lilla”, non si affacciano direttamente sui binari. Tra banchina e binari, infatti, sono state installate barriere anti suicidio proprio per evitare episodi simili. Con estrema probabilità, anche la M4, quando aprirà, avrà le stesse strutture di protezione.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marta Lodola
Marta Lodola 356 Articoli
Classe 1994, nata e cresciuta a Milano. Laureata in Lettere, amante della storia. Giornalista d'aspirazione, educatrice e calciatrice per passione.