×

Porno, video denuncia: “si educano potenziali stupratori”

Condividi su Facebook

I film porno sono per i ragazzi spesso l'unico manuale per capire che cosa sia il sesso. Il rischio è che crescano come potenziali stupratori.

porno

Presentato al Salón Erótico de Barcelona del 2018 un video dove viene lanciato un vero e proprio appello ai produttori di film porno. Il messaggio è chiaro. In una società dove i giovani e i giovanissimi si accostano sempre prima alla tecnologia, spesso la pornografia è la prima se non l’unica lezione di educazione sessuale che riceveranno.

Una educazione ovviamente distorta, che rischia di far crescere le nuove generazioni come potenziali stupratori e donne oggetto.

Video denuncia contro l’immaginario porno

Nel video viene sottolineato infatti che ormai sia la scuola che i genitori appaiono non più in grado di spiegare ai ragazzi che cosa sia il sesso, perché molti di questi purtroppo si sono già approcciati alla pornografia, molto facile da trovare su internet.

Il porno però ovviamente, si precisa, non è il corretto manuale d’istruzione da seguire.

L’immaginario rappresentato in questi film infatti mostra per esempio che una donna con una scollatura o in minigonna è una “poco di buono” o una “facile”. Ugualmente, c’è una visione sporca e non reale di alcune pratiche sessuali. Ma, cosa ancor più grave, nella pornografia si lascia intendere che se la donna non si ribella al rapporto sessuale questo non è stupro.

Nel video si avverte quindi che i giovani saranno pericolosamente tenuti a pensare che ciò che è violenza in realtà è un “gioco sessuale”.

Da qui la richiesta a non continuare a mostrare tali contenuti nei film porno perché, viene avvisato, c’è il pericolo che i ragazzini di oggi saranno in futuro potenziali stupratori.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.