Torino, bimba 13 mesi ingoia forcina: salva dopo endoscopia
Torino, bimba 13 mesi ingoia forcina: salva dopo endoscopia
Cronaca

Torino, bimba 13 mesi ingoia forcina: salva dopo endoscopia

I genitori si sono distratti un attimo e la bimba ha preso ed ingoiato una forcina per capelli. Per fortuna, l'oggetto è sceso nello stomaco.

Nel torinese secondo caso in tre giorni di bimbi che ingoiano piccoli oggetti, con il rischio di rimanere soffocati. Due bambine sono state salvate dai medici dell’ospedale Regina Margherita. Una bimba di 14 mesi aveva ingoiato una pila a bottone mentre una piccola di 13 mesi una forcina. I genitori hanno lanciato subito l’allarme.

Ingoia una forcina

Una bambina di 13 mesi è stata infatti salvata dai medici dell’ospedale Regina Margherita dopo che piccola aveva ingoiato una forcina per capelli. L’incidente è avvenuto nella provincia di Torino e quando i genitori della bimba si sono accorti di quanto era accaduto si sono immediatamente recati al pronto soccorso. Per fortuna, la forcina non è rimasta incastrata nella trachea ma è scesa direttamente nello stomaco. Dopo aver visitato la bimba, i medici hanno quindi deciso di estrarre l’oggetto con un intervento non invasivo in endoscopia. Dopo l’operazione, la piccola è stata ricoverata nel reparto di Rianimazione.

Stando alle ultime informazioni, però, la bimba non è in pericolo di vita e le sue condizioni di salute sono in miglioramento, come ha informato l’azienda ospedaliera.

Il precedente

Solo tre giorni prima, invece, in provincia di Alba un bimba di 14 mesi si era messa in bocca una pila a bottone, quelle di forma tonda, che è stata poi ingoiata. Anche in quel caso, la distrazione è stata questione di secondi perché i genitori hanno allertato subito dopo il 118. La piccola è stata trasportata tramite elisoccorso all’ospedale Regina Margherita di Torino dove i medici sono riusciti ad estrarre la batteria e a salvare la vita della bambina.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche