×

Isola d’Elba, il maltempo fa crollare il pontile di Vigneria

Lo storico pontile di Vigneria è crollato sotto i colpi del vento. Utilizzato fino agli '80, era un simbolo del passato minerario dell'isola

Isola DElba pontile di Vigneria 768x1024

Il maltempo continua a martellare l’Italia e tra le zone colpite vi è anche l’Isola d’Elba, che in queste ore di domenica 28 ottobre è colpita da piogge torrenziali e mareggiate. In particolare il vento e la mareggiata hanno causato il crollo di uno dei simboli storici dell’isola e delle miniere che la caratterizzano.

A Rio Marina infatti il vento ha causato il crollo dello storico pontile di Vigneria, utilizzato – finché le miniere sull’isola hanno continuato a funzionare – come attracco dalle navi che dovevano caricare il materiale estratto. Il ponte era ormai considerato un reperto di archeologia industriale, dopo che nel corso degli anni ’80 tutte le attività minerarie dell’Elba furono chiuse.

Il pontile da tempo sotto osservazione

Il pontile era già da un po’ di tempo tenuto sotto stretto controllo dalle autorità dell’Isola d’Elba.

Era stato infatti lanciato un’allarme circa la sua stabilità strutturale, sempre più consumata dal passare del tempo e dall’esposizione agli elementi. Insomma, dopo quasi sessant’anni dalla sua costruzione, non ha retto un’altro inverno. Infatti già nelle prime ore della mattina di domenica 28 ottobre 2018 il pontile era parzialmente crollato sotto i continui colpi delle onde. Ma a quel punto, con il parziale cedimento, la struttura non ha più retto, ed è stata completamente inghiottita dai flutti.

In realtà il ponte, a causa della sua esposizione, era già crollato più volte sotto la furia degli elementi: l’ultima volta nel corso degli anni ’60. Quello crollato oggi era stato costruito come sostituzione di quello precedentemente distrutto. Ma questa volta non verrà ricostruito, segnando così la parola fine alla storia del “Glorioso Pontile” di Vigneria, che veniva utilizzato per il trasporto marittimo dei materiali di di Ematite, Magnetite, Limonite e Pirite estratti sull’isola.

Contents.media
Ultima ora