Halloween, baby gang lancia sassi a pullman: due feriti
Halloween, baby gang lancia sassi a pullman: due feriti
Cronaca

Halloween, baby gang lancia sassi a pullman: due feriti

Halloween

A Cava de' Tirreni (Salerno) un gruppo di ragazzini mascherati da Halloween ha lanciato uova, sassi e barattoli contro un pullman.

Approfittando di Halloween, un gruppo di 15-20 ragazzini ha letteralmente assalito un pullman a Cava de’ Tirreni, con uova, sassi e barattoli di vernice. Il mezzo è andato distrutto, con diversi vetri infranti, e due passeggeri sono rimasti feriti. Finora individuati solo due “minorenni” appartenenti alla “baby gang”. Il sindaco si appella a tutte le famiglie del luogo perché nessuno deve rimanere “impassibile di fronte a episodi di tale gravità”.

Notte da incubo a Cava de’ Tirreni

“Ieri sera, mercoledì 31 ottobre 2018, in occasione delle bravate di Halloween, in località Contropone, 15-20 ‘presunti minori’, incappucciati, hanno lanciato uova, sassi, barattoli e farina contro il pullman 65 di busItalia, che percorre la tratta Cava de’ Tirreni centro – Contrapone, con passeggeri a bordo, provocando la rottura di vetri laterali ed il ferimento di due passeggeri” denuncia su Facebook il consigliere di Cava de’ Tirreni Livio Trapanese.

“I Carabinieri, al comando del Tenente Vincenzo Pessolano, svolte le prime indagini, grazie anche alla collaborazione di taluni residenti del posto, hanno già individuato due ‘minorenni’ i quali saranno perseguiti a norma di legge, che a breve saranno raggiunti da altri e tutti insieme dovranno rispondere di: lesioni, danneggiamento a beni pubblici ed interruzione di pubblico servizio” annuncia quindi.

“Uno scherzetto che costerà caro a loro e ai genitori” assicura Trapanese.

Dura anche la condanna del sindaco Vincenzo Servalli, che ha bollato l’azione come un “atto di grave teppismo”. “Un gesto inqualificabile. – chiarisce il primo cittadino – E’ inammissibile che dei ragazzi abbiamo comportamenti di tale gravità, non rendendosi conto di ciò che fanno e dei danni che provocano”. “Vanno individuati e severamente puniti. – puntualizza Servalli – Mi appello a tutti, a partire dalle famiglie di Passiamo, affinché nessuno resti impassibile di fronte a episodi di tale gravità, che purtroppo non sono isolati”. Sul caso indaga la Tenenza dei Carabinieri e il Commissariato di Pubblica Sicurezza, ma il sindaco di Cava de’ Tirreni ha messo in campo anche la Polizia Locale, che sarà impegnata inoltre in operazioni mirate al controllo del territorio.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche