×

Foggia, estorcevano denaro a commerciante: tre arresti

Arrestati a Foggia tre noti pregiudicati del clan guidato da Rocco Moretti, accusati in concorso di estorsione ai danni di un commerciante.

aggressione Milano

Nel foggiano sono stati arrestati tre pregiudicati, indicati dalla Polizia di Stato come esponenti del clan con a capo il boss Rocco Moretti. Tutti dovranno rispondere in concorso di estorsione ai danni di un commerciante. Alle prime luci dell’alba la squadra mobile di Foggia ha arrestato anche il presunto responsabile del tentato omicidio di un 28enne, ferito al termine di un litigio con colpi d’arma da fuoco.

Estorsione a Foggia

Nella serata del 31 ottobre sono stati arrestati nel foggiano a tre esponenti di primo piano dell’organizzazione criminale facente capo al boss Rocco Moretti. L’operazione è stata condotta dalla Polizia di Foggia, coordinata dalla Procura, in collaborazione del Servizio Centrale Operativo. Gli arrestati sono accusati, in concorso tra loro, della tentata estorsione ai danni di un commerciante, consumata nel periodo che va tra luglio e ottobre 2018.

I particolari dell’operazione verranno resi noti nel corso di una conferenza stampa in programma oggi, alla presenza del procuratore Ludovico Vaccaro.

Tentato omicidio nella notte

I poliziotti della Squadra mobile di Foggia hanno arrestato invece questa mattina il presunto responsabile del tentato omicidio di un 28enne ferito da un colpo di arma da fuoco attorno alle 4 di oggi, 2 novembre 2018. Verso quell’ora infatti alcuni cittadini hanno segnalato l’esplosione di colpi di pistola e il ferimento di un ragazzo in via Martiri di via Fani.

Quando arrivate sul posto, le volanti hanno rinvenuto in strada due bossoli calibro 7.65. Il giovane invece era già stato portato presso il pronto soccorso di Foggia.

La vittima è apparsa molto spaventata e poco collaborativa. Gli agenti riferiscono infatti che non avrebbe fornito alcun tipo di informazione in merito a quanto accaduto. Sarebbero stati alcuni testimoni a riferire informazioni utili. In poche ore i poliziotti sono così riusciti a raccogliere numerosi elementi di colpevolezza nei confronti dell’indagato, raggiunto e arrestato presso la sua abitazione.

Durante la perquisizione, in casa è stata trovata anche la presunta arma del delitto, una Beretta calibro 7.65 con il relativo caricatore rifornito con una cartuccia. All’interno dell’arma c’era ancora un bossolo che si era inceppato durante l’utilizzo. L’arresto dovrà rispondere di tentato omicidio e porto abusivo di arma da sparo. Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, il ferimento sarebbe avvenuto al termine di un litigio per futili motivi.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora