Rafinha-shock: si traveste da terrorista islamico | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Rafinha-shock: si traveste da terrorista islamico
Cronaca

Rafinha-shock: si traveste da terrorista islamico

Rafinha

finha si traveste da arabo con una bomba finta in mano e il Bayern Monaco ne pubblica la foto: scandalo sui social

Il calciatore brasiliano e la società bavarese chiedono scusa per il travestimento da attentatore arabo indossato durante la festa di Halloween: “Non volevamo far arrabbiare nessuno”.

Il 33enne brasiliano è stato immortalato in una foto di gruppo (postata direttamente dal profilo Twitter del Bayern Monaco) nella quale è chiaramente travestito da arabo, con occhiali da sole e baffi finti, mentre tiene tra le mani un pacco di cartone con la scritta “Vorsicht” (dal tedesco: “cautela”) con l’idea di rappresentare una finta bomba. Il Bayern Monaco ha subito preso le distanze dall’evento e ha deciso di rimuovere la foto dai social. Il calciatore, invece, ha chiesto pubblicamente scusa cercando di sottolineare le sue ingenue intenzioni: “Halloween è una festa della paura con costumi esagerati, non era mia obiettivo far arrabbiare nessuno con il mio travestimento o ferire i sentimenti di qualcuno”. La foto ha fatto il giro del Web diventando virale scatenando la bufera sui social.

Chi è Rafinha?

Márcio Rafael Ferreira de Souza, detto Rafinha, è un terzino brasiliano con cittadinanza tedesca in forza al Bayern Monaco.

Il nativo di Londrina, piccolo paese del Sud del Brasile, ha giocato nel Coritiba prima di trasferirsi in Europa allo Schalke 04. Dopo una piccola parentesi non indimenticabile al Genoa (2 gol in 37 presenze) passa al Bayern Monaco dove, sotto la guida di Pep Guardiola, esplode definitivamente diventando per larghi tratti il terzino titolare. Rafinha ha anche conquistato una Champions League e sei campionati tedeschi con il club bavarese, guadagnandosi anche la possibilità di giocare per la propria nazionalità.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche