Michele Bravi indagato per omicidio stradale
Cronaca

Michele Bravi indagato per omicidio stradale

Michele Bravi incidente
Michele Bravi incidente

Il cantante Michele Bravi è indagato per omicidio stradale per la morte di Rosanna Ida Colia. Ha annullato tutti i concerti e gli impegni.

“Questi sono giorni di profondo dolore. Questo avvenimento ha sconvolto le vite di tutti coloro che erano legati alla persona che non c’è più e a me”. Con queste parole Michele Bravi ha raccontato al Corriere le conseguenze dell’incidente in cui è stato coinvolto e che ha causato la morte di Rosanna Ida Colia. Il cantante, noto per la vittoria all’edizione 2013 di X-Factor e per essere arrivato quarto al Festival di Sanremo 2017, ha immediatamente annullato tutti gli impegni. La sua fitta agenda prevedeva due concerti sold out al Teatro Principe di Milano, prima di volare a Roma per altri spettacoli live. “Non mi sento di affrontare gli impegni presi in precedenza”, ha spiegato. “I concerti, gli incontri e qualsiasi altra attività mi porti ad espormi. Ho bisogno di fare un passo indietro, lasciare che chi di dovere possa fare il proprio lavoro senza interferenze. Il silenzio è la forma di rispetto a cui affido tutti i miei pensieri”.

Il post di Michele Bravi

Indagato per omicidio stradale

Sono lievi le escoriazioni riportate da Michele Bravi. Ma “le vere ferite le ha dentro di sé. È dilaniato dal dolore, non si toglie dalla testa quel momento”, ha dichiarato il suo legale, Manuel Gabrielli. Per le effrazioni avvenute durante il sinistro, il cantante è stato sanzionato per violazione del codice della strada. La magistratura sta inoltre indagando su di lui per il reato di omicidio stradale. Se dichiarato colpevole, Bravi rischia di scontare una pena che va dai 2 ai 7 anni di reclusione. Il 23enne ha assicurato di avere massima fiducia nella magistratura e di portare il massimo rispetto per i rappresentanti della legge. Gli esami tossicologici hanno escluso la presenza di alcol e droga nel suo organismo.

L’incidente: le ipotesi

Gli inquirenti sono ancora al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente. Secondo quanto emerso fino a questo momento, sembra che lo scontro tra la Bmw del servizio di car sharing Drive Now, guidata da Bravi, e la Kawasaki di Rosanna Colia sia stato causato da una manovra improvvisa dell’auto.

La vettura stava viaggiando in via Chinotto quando avrebbe eseguito un’inversione vietata dal senso di marcia. Gli inquirenti ritengono che Michele Bravi abbia eseguito la manovra senza assicurarsi di avere la precedenza. Secondo il suo avvocato, invece, il cantante non stava effettuando una inversione ma una manovra a sinistra, per avvicinarsi a un passo carraio. Le forze dell’ordine dovranno inoltre verificare che la Kawasaki della donna non stesse viaggiando a una velocità superiore ai 50 chilometri orari consentiti su quella tratta.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.