> > Cina, nati i primi esseri umani con DNA modificato

Cina, nati i primi esseri umani con DNA modificato

DNA modificato

“Lulu” e “Nana” passeranno alla storia come i primi esseri umani con il DNA modificato. Il loro codice genetico è stato mutato per prevenire l'HIV.

Nati i primi esseri umani con DNA modificati.

A rivelarlo in un video su Youtube lo scienziato cinese He Jiankui, impiegato alla Southern University of Science and Technology di Shenzhen. L’annuncio, che è giunto poco prima della conferenza sull’editing genetico in programma per martedì 27 novembre 2018 a Hong Kong, non h ancora una conferma ufficiale ma sembrano esserci pochi dubbi sul fatto che a due gemelline sia stato modificato il codice genetico quando ancora allo stato embrionale, con lo scopo, stavolta, non di prevenire una malattia.

Il salto del CRISPR-Cas9

La tecnica utilizzata per modificare in vitro il DNA di “Lulu” e “Nana” è quella del CRISPR-Cas9, con la quale è stato disabilitato il gene CCR5. Finora, altri bambini sono nati con modifiche del codice genetico (alcuni sono venuti alla luce persino con tre DNA) ma ciò è stato permesso dalla comunità scientifica internazionale perché impediva l’insorgenza di malattie ereditarie molto gravi. Con l’esperimento di He Jiankui è stato fatto invece un enorme salto in avanti, anche dal punto di vista etico.

Alle gemelline infatti è stato cambiato il DNA per far sì che il virus dell’HIV non penetri nelle cellule. L’obiettivo dello scienziato è “offrire alle coppie affette da HIV la possibilità di avere un bambino che possa essere protetto dal loro stesso destino”.risultato però che già oggi si può ottenere con procedimenti meno “invasivi”. Intanto, monta la polemica. La Southern University of Science and Technology ha immediatamente preso le distanze dal ricercatore dichiarando di “non essere a conoscenza del suo esperimento” anche perché “in congedo senza salario da febbraio 2018”.

L’università ha quindi condannato il lavoro di He Jiankui perché ha “seriamente violato l’etica accademica e i codici di condotta”.

Dopo questo annuncio, la comunità scientifica si è ricordata inoltre che l’alterazione del DNA può essere ereditata anche dalle successive generazioni, che potrebbero nascere con mutazioni ad oggi non prevedibili. Anche se c’è chi solleva dubbi sulla veridicità dell’annuncio, il pioniere della biologia e genetica di Harvard, George M.

Church, ha affermato di essersi messo in contatto con il team guidato da He Jiankui e di aver esaminato i dati ed i risultati dell’esperimento. Si attende quindi il discorso del ricercatore cinese al summit di Hong Kong.