Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Milano, incidente in piazza Maggi: grave un 26enne
Cronaca

Milano, incidente in piazza Maggi: grave un 26enne

incidente piazza Maggi

Un'auto con quattro persone a bordo si è schiantata contro il guardrail del cavalcavia di piazza Maggi, a Milano. Grave il conducente del mezzo.

Gravissimo incidente nella mattina di lunedì 26 novembre 2018 in piazza Maggi, zona Famagosta a Milano. Un’automobile si è infatti schiantata contro un guardrail. In condizioni abbastanza critiche il conducente della vettura, un giovane di 26 anni. Due passeggeri di 23 e 25 anni sono stati ricoverati con diverse fratture. La quarta persona a bordo invece è stata trasportata in ambulanza in codice verde.

Incidente in piazza Maggi

Tutto è accaduto in pochi attimi. Un’auto con a bordo quattro persone, che dall’A7 viaggiava verso Milano, ha impattato in maniera violenta contro un guardrail. Stando alle prime ricostruzioni, la vettura sarebbe uscita fuori strada poco prima di imboccare lo svincolo per l’autostrada Milano-Genova. Lo schianto con le barriere del cavalcavia di piazza Maggi, in zona Famagosta, è stato tremendo. Alla guida dell’automobile c’era un ragazzo di 26 anni. E’ lui che ha riportato nell’incidente stradale le lesioni più gravi.

Una volta giunte sul posto le ambulanze, il giovane è stato trasportato d’urgenza e in codice rosso presso l’ospedale Niguarda di Milano, a causa di un importante trauma cranico.

I medici sono stati costretti ad intubarlo, e attualmente le condizioni del 26enne restano gravissime.

Degli altri tre passeggeri, due hanno riportato fatture multiple un po’ in tutto il corpo. Si tratta di due ragazzi di 23 e 25 anni, uno trasportato in codice giallo all’ospedale San Paolo l’altro, invece, in codice rosso al San Carlo. Non destano preoccupazione invece le ferite del quarto passeggero, un 31enne, trasportato al Policlinico in codice verde. Sul caso indagano gli agenti del comando provinciale di Milano.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche