> > Nonno Peppino festeggia: rinnovo della patente a 102 anni

Nonno Peppino festeggia: rinnovo della patente a 102 anni

nonno Peppino

Ci vede bene, non usa il bastone per camminare e non ha mai fatto un incidente. Ecco perché a 102 anni nonno Peppino può ancora guidare.

Nonno Peppino può continuare, almeno per un altro anno, a guidare la sua auto.

La motorizzazione, dopo un accurato esame, gli ha infatti rinnovato la patente anche se Giuseppe Predieri ha compiuto 102 anni. “Alla visita mi han detto che vado bene. E quando sono al volante guido in sicurezza” precisa il pensionato.

Nonno Peppino a tutto gas

“Uso la macchina quasi tutti i giorni. Vado a Zocca a fare delle commissioni, vado a messa, a volte scendo fino a Vignola a trovare i miei nipoti.

Quando sono al volante guido in sicurezza, pensi che non ho mai fatto spendere un euro all’assicurazione. E i miei nipoti, trentenni, vogliono sempre che guidi io” racconta orgoglioso nonno Peppino, dopo il rinnovo della patente. Niente di eccezionale se non fosse che Giuseppe Predieri ha appena compiuto 102 anni.

“Alla visita mi han detto che vado bene, non mi manca niente e mi hanno dato appuntamento al 2020” sottolinea il pensionato a Il Resto del Carlino.

Nonno Peppino è infatti in gran forma. Nato nel 1916, dopo la guerra ha fatto il carabiniere a Padova e poi è rientrato a Montombraro, dove vive tutt’ora, per lavorare come agricoltore e allevatore. “Ma ho fatto anche il macellaio“, precisa. Sposato da 70 anni con Anna (di 16 anni più giovane), nonno Peppino segue una dieta sana ed equilibrata: “Alla mattina caffelatte, a pranzo e a cena minestra”. Ma quando è festa, non disdegna le tigelle (il pane tipico dell’Appennino modenese) e di tanto in tanto qualche abbuffata.

Da quando è in pensione, inoltre, cura quotidianamente il suo orto ma coltiva anche la passione per il Bologna calcio e per la musica, tanto che ancora oggi fa parte di una banda del paese in cui suona la grancassa. E, ovviamente, ama i viaggi in macchina. “Ho da 20 anni la stessa utilitaria: è come nuova, non mi ha mai lasciato a piedi, quindi non la cambio” precisa inoltre nonno Peppino.