Aggressione a Spilimbergo: "Spostatevi da passo carraio"
Massacrato da un branco: “Spostatevi dal passo carraio”
Cronaca

Massacrato da un branco: “Spostatevi dal passo carraio”

passo carraio
passo carraio

Massacrato di botte dal branco per aver chiesto si spostarsi dal passo carraio per entrare nel piazzale del condominio. E' successo a Spilimbergo

Non si arrestano i fenomeni di criminalità nel nostro Paese. A Spilimbergo, in provincia di Podernone, un uomo è finito in un letto di ospedale solo per aver rimproverato dei giovani. Questi, infatti, stavano sostando davanti al passo carraio, non consentendo al cinquantaseienne di entrare nel piazzale del condominio dove risiede. Quella delle baby gang è una piaga che nel nostro Paese sta assumendo contorni sempre più drammatici. A inizi novembre, infatti, un altro gruppo di giovani stranieri ha pestato 2 giovani italiani nel centro di Torino

Spilimbergo, aggredito da un branco

“Spostatevi dal passo carraio”: così il branco lo ha aggredito. Un impiegato di Spilimbergo in Friuli Venezia Giulia è stato preso a calci e pugni dai quattro giovani a cui, poco prima, aveva chiesto di liberare il passo carraio per consentirgli di entrare in auto nel suo condominio. Una reazione folle, incivile e assolutamente inconcepibile, tipica dei bulli abituati a spadroneggiare nel proprio quartiere.

La vittima, 56 anni, in seguito alle percosse ha dovuto ricorrere alle cure del pronto soccorso presso l’ospedale di Spilimbergo.

In seguito alla violenta aggressione, l’uomo ha riportato diverse ferite e contusioni. Ha rotto uno zigomo, la mascella e alcune costole. La vittima (un venezuelano da tempo regolarmente residente in Italia) è stata dimessa con una prognosi di 30 giorni, salvo complicazioni. Il pestaggio risale alle 19 di lunedì 26 novembre 2018. L’intervento dei carabinieri dell’aliquota del Nucleo operativo radiomobile di Spilimbergo è stato tempestivo. Denunciati quattro giovani dai 17 ai 20 anni.

La dinamica

Stando alle prime ricostruzioni da parte dei carabinieri il 56enne stava facendo rientro a casa dal lavoro. Si è visto costretto a fermarsi all’ingresso del passo carraio, perché i 4 componenti del branco (3 marocchini appena maggiorenni ed un italiano di 17 anni della provincia di Podernone) stavano ostruendo l’imbocco del passo. I 4 si sono spostati con molta lentezza, permettendo finalmente al residente di poter parcheggiare la sua vettura. I successivi rimproveri dell’uomo rivolti al gruppetto ha fatto scattare l’ira tremenda della baby gang, che ha masscrato il malcapitato con una sfilza di calci e pugni.

Solo il tempestivo intervento dei militari, chiamati da qualche passante testimone del pestaggio, ha fatto desistere il branco, che però è fuggito dalle mani degli agenti. Le telecamere di videosorveglianza municipale hanno permesso alle forze dell’ordine di rintracciare nelle ore successive e denunciare per lesioni personali gravi i 3 nordafricani e l’italiano. La vittima invece, portata in ospedale, è stata picchiata con talmente tanta ferocia da aver riportato la frattura dello zigomo e della mascella, nonchè di alcune costole: ne avrà per almeno 30 giorni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 1285 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.