> > Roma, paura nel Traforo Umberto I: "Piovono calcinacci"

Roma, paura nel Traforo Umberto I: "Piovono calcinacci"

roma traforo Umberto I

Calcinacci e muffa. Ma anche rifiuti e manto stradale pericoloso. Destano preoccupazione le condizioni del tunnel romano

Diverse segnalazioni sono giunte al comune della Capitale per la caduta di alcuni calcinacci all’interno del Traforo Umberto I che, passando sotto i giardini del Quirinale, collega via Nazionale con via del Tritone, costituendo una delle principali vie di accesso turistiche a Piazza di Spagna.

Un allarme fa discutere in Campidoglio, con Fratelli d’Italia e Pd che chiedono al sindaco d’intervenire a tutela della sicurezza pubblica. A riportare la notizia è Il Messaggero, descrivendo le precarie condizioni del tunnel: “Calcinacci e muffa. Ma anche rifiuti e manto stradale pericoloso”, sarebbero l’oggetto dell’allarme lanciato dai cittadini romani.

Un problema di manutenzione?

Già chiuso al traffico nel 2007 il collegamento torna a manifestare i sintomi di quello che potrebbe infine rivelarsi un’insita “criticità strutturale”, come denuncia il capogruppo FdI, Andrea De Priamo, che ha presentato in Campidoglio un’interrogazione per far luce sulla questione.

“Nel tunnel sono presenti diverse criticità, dai detriti al fondo sdrucciolevole che mettono in pericolo i mezzi in circolazione e i pedoni che lo percorrono lungo i marciapiedi”, scrive nel documento il consigliere capitolino. Una condizione aggravata dalla totale mancanza di manutenzione ordinaria, oltre che dall’elevata frequentazione del collegamento. “Ai due ingressi del Traforo (via Milano e via del Traforo) – continua infatti la segnalazione di De Priamo – stazionano quotidianamente bus turistici che ostacolano la visibilità sia ai mezzi in transito che ai passanti, rendendo la circolazione pericolosissima”.

A tutto questo poi si aggiungono “un accumulo di rifiuti e bottiglie abbandonate che non vengono mai prontamente portate via”.

“Insicurezza totale per i pedoni”

Fino ad ora le segnalazioni dei cittadini sembrerebbero essere cadute nel vuoto ma ora c’è chi chiede un immediato sopralluogo tecnico. Sulla questione si è pronunciato anche il Pd, nelle parole di Giorgio Carra: “A pochi anni dagli importanti e costosi lavori di restauro il Traforo cade letteralmente a pezzi: chiazze di umidità e pezzi che si staccano in testa ai passanti.

Quale è il reale stato di sicurezza del Traforo Umberto I?” chiede l’esponente locale del partito sulle condizioni dello storico tunnel, previsto nel Piano Regolatore di Roma del 1883 e inaugurato, a due anni di distanza dall’inizio dei primi lavori di scavo, il 20 ottobre 1902.