Incidente stradale sulla Teem: 7 feriti, morto un cagnolino
Incidente stradale sulla Teem: 7 feriti, morto un cagnolino
Cronaca

Incidente stradale sulla Teem: 7 feriti, morto un cagnolino

incidente

Cinque auto coinvolte in un maxi tamponamento sulla tangenziale esterna di Milano. Sono sette i feriti, alcuni gravi. Morto sul colpo un cane.

Grave incidente stradale sulla Teem (A58), la tangenziale esterna di Milano. Nella serata di martedì 4 dicembre 2018 nel tratto Pozzuolo Liscate è avvenuto infatti un maxi tamponamento. Rimaste coinvolte cinque automobili. Ferite in totale sette persone, tra cui un bambino. Morto nello schianto invece un cane, sbalzato fuori da una vettura.

Carambola sulla Teem

Nella serata di martedì 4 dicembre 2018 la visibilità sulla tangenziale esterna di Milano pare non fosse delle migliori a causa della nebbia. Per motivi ancora da accertare, cinque auto si sono scontrate sulla Teem (A58), nel tratto Pozzuolo Liscate. Stando ai primi accertamenti, una vettura si sarebbe improvvisamente ribaltata. A quel punto le automobili che la seguivano non avrebbero fatto in tempo a frenare, finendo così una contro l’altra.

In totale, sono cinque le auto coinvolte nella carambola. Sul posto sono giunte in pochi minuti tre ambulanze, un’automedica e anche un mezzo dell’elisoccorso, oltre al personale dei vigili del fuoco che hanno aiutato i medici ad estrarre i feriti dalle lamiere delle auto.

Il bilancio dei feriti è di sette persone trasportate in ospedale, di cui alcune in condizioni più serie.

Ricoverati negli ospedali di Melegnano, San Gerardo di Monza e Niguarda di Milano tre donne di 20, 38 e 43 anni, tre uomini di 24, 34 e 41 anni e un bambino di 9 anni. Non ce l’ha fatta invece un cagnolino, morto sul colpo dopo essere stato sbalzato fuori da una delle vetture. Il corpo dell’animale è stato rinvenuto infatti nei pressi del guard rail. Ancora da stabilire l’esatta dinamica dell’incidente stradale. Le indagini sono state affidate agli agenti della polizia stradale di Chiari.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche