Fabrizio Corona, Agenzia delle Entrate gli chiede 14 milioni
Fabrizio Corona, Agenzia delle Entrate gli chiede 14 milioni
Cronaca

Fabrizio Corona, Agenzia delle Entrate gli chiede 14 milioni

Fabrizio Corona

L'Agenzia delle Entrate si dice creditore verso Fabrizio Corona di circa 14,5 milioni di euro, ma li dovrà chiedere direttamente all'imprenditore.

Nuovi guai per Fabrizio Corona. Dopo l’aggressione al Boschetto della droga di Rogoredo alla periferia di Milano, l’ex re dei paparazzi deve fare i conti, stavolta letteralmente, con il Fisco. L’Agenzia delle Entrate chiede infatti all’imprenditore ben 14,5 milioni di euro di tasse non versate.

Corona: ancora nuove tasse da versare

La notizia è emersa nel corso del procedimento sulla confisca della casa in Via de Cristoforis in zona Corso Como dell’ex agente fotografico e di parte dei soldi trovati nel controsoffitto, davanti alla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano. L’Agenzia delle Entrate si è infatti presentata come creditore nei confronti di Fabrizio Corona, depositando diverse cartelle esattoriali non pagate per una cifra superiore ai 14 milioni di euro.

Dopo aver esaminato gli atti, il giudice però non ha ammesso i crediti vantati dal Fisco, spiegando che l’Agenzia delle Entrate può andare direttamente ad esigerli dall’imprenditore, visto che lavora e produce reddito, grazie alla promozione della sua immagine, il lancio della sua nuova linea di abbigliamento e le ospitate in tv con cachet da capogiro.

Nel corso del procedimento è emerso anche come Fabrizio Corona negli ultimi anni abbia già versato nelle casse dello Stato circa 8 milioni di euro.

Il giudice si è invece riservato un approfondimento istruttorio sui 195 cartelle esattoriali relative a multe e contravvenzioni inflitte all’ex braccio destro di Corona e intestatario del suo appartamento milanese ora sottoposto a confisca.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche