×

Roma, bambina muore soffocata da un wurstel

Un boccone le è andato per traverso. Inutili i soccorsi, dopo tre giorni Matilde muore per asfissia. I genitori donano gli organi.

Policlinico Gemelli
Policlinico Gemelli

Una bambina di cinque anni è morta, soffocata da un boccone di hot dog. Inutili i soccorsi dei genitori e la corsa in ospedale, dopo tre giorni di agonia la piccola Matilde non ce l’ha fatta. I genitori hanno deciso di donare gli organi.

Bambina muore soffocata da un hot dog

La piccola Matilde, di soli 5 anni, è morta dopo tre giorni di agonia presso il Policlinico Gemelli di Roma. Lunedì 17 dicembre 2018 la bimba era con i genitori e la sorellina più piccola a fare acquisti per Natale quando, mangiando un hot dog, un boccone le è andato di traverso, ostruendole le vie respiratorie. I genitori sono subito intervenuti, prima hanno tentato la manovra di soccorso poi, siccome la bambina era diventata violacea, sono corsi all’ospedale più vicino.

Una volta arrivati al Sant’Andrea, i medici hanno constatato la situazione drammatica e hanno preferito trasferirla al Policlinico. Al Gemelli, la piccola non si è più svegliata, era caduta in un coma irreversibile. Il suo cervello era rimasto per poco senza ossigeno. L’agonia è finita giovedì. I medici hanno parlato di asfissia da hot dog, mentre la procura ha aperto aperto un fascicolo per omicidio colposo, ma non ci sono indagati.

I genitori donano gli organi

I genitori di Matilde hanno deciso di compiere l’ultimo atto d’amore: donare gli organi. La disperazione e il pianto non si faranno da parte molto presto, ma quel piccolo cuore, il fegato e i reni potranno portare il sorriso e la gioia ad altri bambini e ai loro genitori.

Il pm Mario Palizzi ha deciso di procedere con l’autopsia, un accertamento di rito per verificare le circostanze della disgrazia e i tempi dei soccorsi. Per evitare il soffocamento è importante agire subito e con le mosse giuste. La manovra di Heimlich che viene insegnata nei corsi di primo soccorso risulta una via fondamentale per salvare la vita.

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche