Sicilia, eruzione dell'Etna con diverse esplosioni | Notizie.it
Sicilia, eruzione dell’Etna con diverse esplosioni
Cronaca

Sicilia, eruzione dell’Etna con diverse esplosioni

L'Etna erutta alla vigilia di Natale
Sicilia, eruzione dell'Etna

L'eruzione dell'Etna sembra strettamente collegata allo sciame sismico avvertito nella regione. La densa nube visibile a chilometri di distanza.

L’Etna si fa sentire in Sicilia il 24 dicembre. Il vulcano ha eruttato nel giorno della vigilia di Natale come mostrano anche numerose immagini postate sui social dai cittadini. Una densa nube di cenere si è alzata dai crateri situati alle sommità ed è visibile anche ad alcuni chilometri di distanza perché spinta dal vento. Gli esperti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia stanno osservando con attenzione l’attività del vulcano.

I crateri

Nello specifico, secondo quanto riporta Catania Today, sarebbero state interessate da esplosioni sia la voragine dell’Etna, ossia il cratere principale, sia il cratere posto a sud-est del vulcano. L’aeroporto di Catania è stato chiuso una prima volta dalle 14 alle 15, e, dopo la riapertura, nuovamente dalle 21.30 per tutta la notte tra il 24 e 25 dicembre. Lo ha stabilito l’unità di crisi dello scalo.

Il collegamento con le scosse di terremoto

Dal 2016 si è verificata una ripresa dell’attività dell’Etna nella parte più alta, alla quale ha fatto seguito un aumento dei gas emessi, in particolare nella zona di nord-est.

L’eruzione del 24 dicembre sembra in stretto collegamento con la serie di scosse di terremoto avvertite in Sicilia: a dimostrazione del legame fra i due eventi la ridotta profondità (un chilometro dai crateri sommitali del vulcano) delle scosse stesse.

Le parole di Musumeci

Il Parco dell’Etna nella stessa mattinata del 24 dicembre è stato l’argomento di un vertice tra il presidente della Regione Nello Musumeci e i Sindaci dei comuni della zona. “L’Etna deve essere uno dei poli d’attrazione per il turismo siciliano. Finora non è stato sufficientemente sfruttato. Credo che serva un’unica autorità che sia la sintesi di tutti i soggetti pubblici e privati che concorrono sul suo territorio. Voglio sperare che ci siano finanziatori, anche stranieri, disposti a puntare su questa straordinaria risorsa”, le parole del numero uno della Sicilia.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Giorgio Meroni
Giorgio Meroni 392 Articoli
Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in lettere moderne, frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.