×

San Siro, morto il tifoso interista coinvolto negli scontri

È morto, a causa delle ferite, il tifoso interista coinvolto negli scontri avvenuti prima di Inter-Napoli, era stato investito da un van di tifosi azzurri.

Non ce l’ha fatta il tifoso interista di 35 anni che è stato investito nella serata di ieri in seguito agli scontri tra le tifoserie di Inter e Napoli. Dopo il trasposto d’urgenza nell’ospedale meneghino San Carlo è infatti spirato nella mattinata di giovedì 27 dicembre. Per tutta la notte il personale medico infatti ha tentato in tutti i modi, ma si sono dovuti arrendere. Era giunto in ospedale in condizioni critiche dopo un investimento avvenuto circa alle 19.30 in via Novara. Nonostante il repentino intervento del 118 la situazione era parsa da subito molto grave. L’uomo è rimasto coinvolto negli scontri tra le tifoserie di Inter e Napoli che si sono scontrate in occasione del match vinto 1-0 dai nerazzurri.

Gli scontri

Altre quattro persone infatti sono rimaste ferite nella notte di violenza che ha impegnato le forze dell’ordine nella città milanese.

Quattro tifosi del Napoli sono stati accoltellati e anch’essi trasportati d’urgenza negli ospedali vicini. Sembra che ora le loro condizioni siano stabili. L’uomo di 35 anni secondo le prime ricostruzioni della polizia sarebbe stato investito da un furgone in prossimità dello stadio di San Siro. A bordo del mezzo stando ai testimoni c’erano almeno tre tifosi del Napoli che si stavano allontanando a velocità folle dagli scontri. La tifoseria azzurra infatti era rimasta coinvolta in un agguato ad opera degli ultrà interisti. Ed è proprio da questo che sembra il furgone stesse scappando.

Le autorità stanno ora indagando cercando di risalire ai colpevoli che hanno trasformato quella che doveva essere una giornata all’insegna dello sport in una serata di violenze e morte.



Contatti:

Contatti:

Leggi anche