×

Capodanno Roma, attese 40mila persone: allerta sicurezza

Condividi su Facebook

L'attenzione sarà concentrata anche sulle bombolette urticanti, vietate in locali e eventi di piazza romani. Divieto anche su fuochi e petardi.

roma capodanno 2019 sicurezza

Attese nella Capitale oltre 40mila persone per un capodanno che che si prevede affollatissimo: “Una festa cosmica lungo un giorno”, come annunciato dal sindaco Virginia Raggi nella sua rubrica “Il sindaco informa”. E i numeri riguardano solo il pubblico previsto a Circo Massimo, dove si terrà l’evento principale della serata, con Vinicio Capossela, l’orchestra di Torpignattara, e il dj set di Achille Lauro. Ed è subito allerta sicurezza nel centro della città. Migliaia saranno gli uomini in divisa e in borghese impegnati nella vigilanza, nella prevenzione e nei controlli antidroga e anti alcol. Molti anche gli agenti impegnati sulle strade, soprattuto quando all’alba ci sarà un aumento della circolazione con rischio d’incidenti. Così Roma si è preparata sul fronte sicurezza al Capodanno 2019.

Vietati “botti” e fuochi d’artificio

Previste sul territorio unità speciali antiterrorismo e artificieri.

Ma anche posti di blocco e perquisizioni a campione. A Roma un’ordinanza ha vietato i fuochi d’artificio a Capodanno. Nella Capitale vige anche il divieto di far esplodere petardi e “botti” dalle 00.01 del 31 dicembre 2018 alle 24.00 dell’1 gennaio 2019. Questo principalmente “a garanzia dell’incolumità pubblica, la sicurezza urbana e la protezione degli animali”. Escluse dal divieto bengala, fontane, bacchette scintillanti, trottole e girandole luminose. “I botti e le esplosioni, com’è noto – ha ricordato Virginia Raggi -, rischiano di provocare incidenti soprattutto nei luoghi affollati e in presenza di minorenni”. L’ordinanza ha inoltre spiegato come l’accensione di fuochi pirotecnici incrementi l’emissione di sostanze inquinanti nell’ambiente, contrastando i provvedimenti adottati nella Capitale per la riduzione di polveri sottili.

Le multe per i trasgressori andranno da un minimo di 25 ad un massimo di 500 euro.

Allerta anche sugli spray al peperoncino

A Circo Massimo sarà applicato il “numero chiuso” – così come in molti dei locali della movida romana – per evitare sovraffollamenti. L’afflusso nell’arena sarà controllato con metal detector e la zona circostante sarà delimitata da transenne. Nell’area limitrofa verranno inoltre istituiti 5 varchi “attraverso i quali il pubblico farà ingresso previ controlli di sicurezza”. Dopo i gravi fatti di Corinaldo l’attenzione è puntata sopratutto sugli spray urticanti del tipo OC (comunemente detti al peperoncino), il cui ingresso sarà vietato in tutti i locali ed eventi di piazza del Capodanno romano.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Leggi anche