Napoli, acqua bianca sul lungomare: “Morti pesci e uccelli”
Cronaca

Napoli, acqua bianca sul lungomare: “Morti pesci e uccelli”

Napoli

Nel porticciolo di Mergellina è stata sversata qualche sostanza che ha reso l'acqua bianca. Il mare emanava inoltre un "cattivo odore".

Possibile disastro ambientale sul lungomare di Napoli. I consiglieri Francesco Emilio Borrelli e Marco Gaudini hanno denunciato infatti la probabile fuoriuscita di un composto chimico che ha reso il mare del porticciolo di Mergellina di colore bianco lattiginoso. Alcuni testimoni avrebbero riferito la morte di pesci e l’intossicazione di uccelli marini. In corso le analisi e le indagini.

Allarme ambientale a Napoli

“Intorno alle ore 11,30-12 di (mercoledì 8 gennaio 2019, ndr) il mare ha assunto un colorito biancastro emanando un cattivo odore simile a quello sprigionato dai composti chimici. In pochi minuti l’intera area del porticciolo turistico adiacente il molo degli aliscafi ha assunto un colorito lattiginoso. L’aggressività della sostanza potrebbe aver danneggiato gravemente l’ecosistema, provocando la morte della fauna ittica e l’intossicazione degli uccelli marini. Alcuni testimoni ci hanno riferito di pesci senza vita risaliti a galla in seguito al contatto con la sostanza” denunciano in un video il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale del Sole che Ride Marco Gaudini.

Lo strano e inquietante episodio è avvenuto sul lungomare di Napoli, nel porticciolo di Mergellina.

Al momento si ipotizza un possibile scarico illecito, ma sono ancora in corso le analisi dell’acqua per stabilire che tipo di sostanza sia stata sversata in mare. Oltre ai carabinieri e alla polizia municipale è stata allertata infatti anche l’Arpac, che dovrà catalogare la sostanza che ha reso l’acqua biancastra.

Successivamente, bisognerà risalire allo scarico e all’eventuale autore del disastro ambientale. “Chiediamo un intervento della magistratura e delle forze dell’ordine per aprire un’inchiesta e risalire ai responsabili di questo scempio” esortano infatti i due consiglieri.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Paola Marras
Di origine sarda ma nata e cresciuta a Roma. Dopo la maturità classica ho studiato "Scienze politiche" all'Università La Sapienza. Scrivo quotidianamente sul web per testate e blog dal 2006, giornalista dal 2009. Mi sono sempre occupata di servizi di approfondimento e d'inchiesta, alcuni scelti come fonte di Wikipedia, di libri e testi universitari mentre altri sono stati tradotti all'estero. Autrice anche di qualche scoop. Dal 2018 lavoro a tempo pieno per Notizie.it. Progettista Web e "Tecnico Superiore per la Comunicazione e il Multimedia", ho una profonda conoscenza del mondo internet e per questo non sono sui social.
Contatti: Mail