Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Roma, incendio nel palazzo occupato di Via Caravaggio
Cronaca

Roma, incendio nel palazzo occupato di Via Caravaggio

A Roma Sud, un edificio occupato in cui vivono 400 persone ha preso fuoco per cause ancora da accertare. Sul posto sei squadre dei vigili del fuoco.

Momenti di paura nella notte romana: un palazzo occupato all’Eur ha preso fuoco, costringendo le sessanta persone presenti all’interno a evacuare,mentre ben sei squadre dei vigili del fuoco domavano le fiamme. Si sta indagando sulle cause che hanno portato all’incendio.

Roma, incendio in un edificio occupato

Nella prima mattinata di sabato 12 gennaio, si è sviluppato un incendio al quarto piano dell’edificio occupato di Via Caravaggio nel quartiere Ardeatino di Roma Sud. Il palazzo di sei piani, che ospita al suo interno 400 persone, è stato immediatamente evacuato. Le fiamme sarebbero partite dal quarto piano dello stabile, per cause ancora da precisare. Sul posto sono intervenute sei squadre dei Vigili del fuoco, che hanno domato le fiamme in poco tempo. Durante le operazioni di spegnimento dell’incendio che si sono concluse alle 6 del mattino circa, i Vigili del Fuoco hanno portato fuori dal palazzo numerose bombole a gas.

Non ci sono feriti, ma è previsto lo sgombero

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, in quel momento all’interno dell’edificio si trovavano sessanta persone, quasi tutte di nazionalità italiana, tra cui anche donne e bambini.

Questi sarebbero stati aiutati a uscire dall’edificio in fiamme dai vigili del fuoco. Non risultano esserci feriti o intossicati, e gli abitanti del primo e del secondo piano sono potuti rientrare poco dopo, mentre il quarto piano è stato dichiarato inagibile. L’edificio, che è è occupato da anni, è uno di quelli nella lista della Prefettura da sgomberare al più presto.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche