×

Morto Gioacchino Verde, ferito ormeggiando la nave Bergamini

Le complicazioni delle sue condizioni lo hanno stroncato. Così è morto il sottufficiale della Marina Militare ferito ormeggiando la nave Bergamini

Gioacchino Verde
Gioacchino Verde

L’incidente si è verificato durante la manovra di ormeggio della nave Bergamini. Un sottufficiale di bordo è rimasto ferito a seguito della rottura accidentale di un cavo d’ormeggio. Il personale medico di bordo lo avrebbe soccorso prontamente. Così ha riferito la Marina Militare.

Successivamente è stato trasportato all’ospedale Ss. Annunziata di Taranto. Nella struttura è stato sottoposto ad un intervento chirurgico. Sembra che il cavo abbia colpito una gamba, provocandone l’amputazione. Non ce l’ha fatta Gioacchino Verde, è lui il sottufficiale della Marina Militare rimasto ferito lo scorso 12 gennaio ormeggiando la fregata.

Morto il sottufficiale Gioacchino Verde

Lo rende noto la Marina sottolineando che Verde, “esperto nocchiere e nostromo di bordo” era rimasto coinvolto nell’incidente “a seguito della rottura di un cavo durante la fase di ormeggio dell’unità navale presso la stazione navale Mar Grande di Taranto, per il quale sono attualmente in corso gli accertamenti sulle cause”.

Con 36 anni di servizio, una moglie e due figli, “Verde aveva un’encomiabile carriera militare alle spalle ed era stimato da tutti, come testimoniano i numerosi messaggi di vicinanza pervenuti alla forza armata”. Alla famiglia di Verde, il capo di Stato maggiore della Marina Valter Girardelli ha espresso la sua personale vicinanza e di tutta la Marina Militare. Cordoglio anche da parte del ministro della Difesa, Elisabetta Trenta. “Dopo aver lottato come solo un marinaio sa fare, oggi Gioacchino Verde ci ha lasciati.

Mi stringo in un forte abbraccio alla sua famiglia e alla Marina militare in questo momento di immenso dolore. A loro rivolgo i miei sentimenti di vicinanza e cordoglio”, sono state le sue parole.

Contents.media
Ultima ora