×

Casale Monferrato, in mensa usati piatti sciolti dal calore

In una mensa vicina a Casale Monferrato i Nas hanno sequestrato 4000 stoviglie usa e getta: si sciolgono a contatto con i cibi

Piatti e posate che si sciolgono a contatto con i cibi caldi. Accade in una scuola vicino a Casale Monferrato, in provincia di Alessandria. La vicenda è stata portata alla luce solo grazie al racconto di una alunna di dodici anni alla propria madre. Qualche giorno fa la giovane alunna, una volta rientrata a casa, ha raccontato alla mamma di come il piatto, appena entrato in contatto con la polenta calda servita quel giorno, abbia iniziato a sciogliersi. Un episodio che si sarebbe già verificato in passato. La donna, preoccupata per la salute della figlia, ha quindi deciso di avvisare dell’accaduto le forze dell’ordine sporgendo denuncia. Una denuncia che ha portato all’apertura di un fascicolo, e al successivo intervento dei Nas.


Sequestrate 4000 stoviglie

Un intervento al termine del quale i Nuclei Antisofisticazione e Sanità dei Carabinieri hanno sequestrato, a scopo cautelativo, circa 4000 piatti utilizzati dalla mensa scolastica.

Stando a quanto riportato da Repubblica, le stoviglie sequestrate, biodegradabili, sarebbero prive di certificazione per l’uso alimentare. Una certificazione assente anche da forchette, cucchiai e coltelli. Assente anche la tracciabilità del prodotto. Gli investigatori hanno ora inviato il materiale posto sotto sequestro all’Arpa, l’Agenzia Regionale per l’Ambiente, affinché verifichi l’effettiva temperatura di fusione delle stoviglie destinate ai bambini, e verificare eventuali rischi per la salute.

Possibile un procedimento penale

La ditta fornitrice dei piatti incriminati rischia ora una multa di almeno 6000 Euro, oltre che diventare oggetto di un procedimento penale. Secondo gli inquirenti sarebbe invece privo di responsabilità il servizio di ristorazione scolastica, che rimane estraneo alla vicenda

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche