×
Home > Cronaca > Milano, Davide Lippi preso a calci e pugni: forse una tentata rapina
18/01/2019 | di Paola Marras

Milano, Davide Lippi preso a calci e pugni: forse una tentata rapina

Era sotto la sua abitazione quando Davide Lippi, figlio dell'ex Ct Azzurro, è stato aggredito da tre uomini. Forse volevano rubargli il Rolex.

Davide Lippi

Il figlio 42enne dell’ex Ct della Nazionale Marcello Lippi è stato aggredito a Milano. Tre persone con il volto coperto da caschi integrali hanno infatti preso a calci e pungi, e minacciato di morte, Davide Lippi. Il procuratore sportivo alla fine è riuscito a fuggire. Si indaga a 360 gradi ma possibile che sia stata una tentata rapina. I tre aggressori sono riusciti a scappare.

Calci e pungi contro Davide Lippi

Paura per Davide Lippi, figlio dell’ex ct della Nazionale Marcello che ha fatto diventare gli Azzurri campioni del mondo nel 2006. Il procuratore sportivo, fondatore nel 2017 dell’agenzia di servizi di Reset Group specializzata in sport marketing, è stato infatti aggredito a Milano attorno alle ore 20 di giovedì 17 gennaio 2019, sotto la sua abitazione in zona Chinatown. Stando alle prime ricostruzioni, come riportato dalla gazzetta.it, Davide Lippi è stato avvicinato da tre persone con il volto coperto da dei caschi.

Il 42enne non ha avuto molto tempo per reagire.

In base al racconto del procuratore, i tre aggressori l’hanno colpito immediatamente, anche con calci e pugni, e poi minacciato di morte. L’uomo è riuscito poi a fuggire, dirigendosi verso alcuni box condominiali in zona Sempione, dove ha trovato rifugio. A quel punto i tre aggressori si sarebbero allontanati, scappando a bordo di due scooter.

L’obiettivo era il Rolex

Ancora da accertare le cause dell’agguato. Non escluso però che i tre fossero dei rapinatori intenzionati a rubare il Rolex che Davide Lippi pare indossasse al polso. Il colpo comunque non sarebbe riuscito. Le indagini sono state affidate ai carabinieri del Nucleo radiomobile di Milano. I militari sono già a lavoro per identificare i tre aggressori, grazie anche all’aiuto dei video delle telecamere di sicurezza presenti in zona.

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Paola Marras

Nata a Roma, classe 1981. Ha scritto sul web per testate e blog e collabora con Notizie.it .

Leggi anche