Rigopiano, alla commemorazione presenti Di Maio e Salvini | Notizie.it
Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Rigopiano, alla commemorazione presenti Di Maio e Salvini
Cronaca

Rigopiano, alla commemorazione presenti Di Maio e Salvini

A due anni di distanza dalla tragedia di Rigopiano, Matteo Salvini e Luigi Di Maio prendono parte alla commemorazione delle vittime.

Due sono gli anni trascorsi dalla tragedia che ha visto una slavina colpire l’hotel Rigopiano di Farindola, in provincia di Pescara. Quel 18 gennaio 2017 persero la vita 29 persone, mentre altre 11 riuscirono miracolosamente a salvarsi dopo essere rimaste intrappolate per molte ore nelle macerie dell’albergo.

Il Comitato delle vittime della tragedia ha riunito i parenti delle vittime per organizzare una giornata all’insegna della commemorazione e del ricordo di coloro che hanno tragicamente perso la vita. Alla cerimonia hanno partecipato anche Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

Le parole di Di Maio

Nel pomeriggio della giornata di venerdì 18 gennaio 2019 il vicepremier del governo Conte Luigi di Maio è arrivato alla commemorazione e ha parlato ai parenti delle 29 vittime: “Noi ci siamo siamo qui anche per far capire a quei signori da che parte stiamo. Da che parte sta lo Stato. È importante per me comunicarlo anche con la presenza dello stato qui“.

Successivamente anche il Ministro degli Interni Matteo Salvini si è recato sul posto.

Il segretario della Lega Nord ha scritto un post sulla piattaforma Facebook: “dopo due anni di chiacchiere, di silenzio, adesso nel decreto semplificazioni che arriva in Aula nei prossimi giorni un provvedimento per aiutare vittime, sopravvissuti e feriti“.

La tragedia

Correva il 18 gennaio 2017 e poco prima delle 17 una valanga si staccò e travolse l’Hotel Rigopiano a Farindola. Nel resort erano presenti 40 persone (28 clienti, di cui 4 bambini e 12 dipendenti della struttura): 29 di loro persero la vita mentre altri 11 si salvarono miracolosamente.

Molte critiche furono fatte ai soccorsi: infatti, dopo le numerose nevicate che colpirono l’Abruzzo, diverse strade rimasero completamente bloccate. Nonostante vari appelli lanciati dagli abitanti del paese, nessuno riuscì a trovare una turbina spazzaneve per liberare tempestivamente le strada.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Fabio Rossi
Fabio Rossi 433 Articoli
Fabio Rossi, varesotto classe 95. Cresciuto con un pallone sottobraccio, un grande amore per lo sport a cui affianca una passione per cinema e musica.