×

Pisa, studenti incappucciati occupano e devastano la scuola

Un gruppo di studenti incappucciati ha devastato l'istituto alberghiero Giacomo Matteotti di Pisa: "Volevamo migliorare la scuola".

Pisa, studenti incappucciati devastano la scuola
Pisa, studenti incappucciati devastano la scuola

Le aule e i corridoi dell’istituto alberghiero Giacomo Matteotti di Pisa sono irriconoscibili, dopo la devastazione prodotta da un gruppo di studenti. I ragazzi, incappucciati e col volto coperto da passamontagna, hanno fatto irruzione nell’istituto e lo ha occupato, impedendo l’ingresso a compagni e professori. La distruzione è durata un paio d’ore. Dalla scuola sono stati sottratti venti computer portatili. I giovani hanno divelto porte, distrutto fotocopiatrici ed estintori e danneggiato il sistema di sicurezza. La scena è stata ripresa dalla telecamera di Luca Lunedì, cronista per l’emittente toscana Rtv 38. Il giornalista ha inseguito i vandali all’interno della scuola e li ha immortalati, nonostante i loro tentativi di fuga. Il cronista è riuscito a fermare alcuni dei ragazzi e a chiedere loro il motivo della devastazione: “Vogliamo migliorare la scuola, il preside non ci ascolta.

Che dobbiamo fare?”.

Pisa, scuola devastata dagli studenti

Sono stati gli stessi studenti a fornire alla magistratura le prove del loro atto vandalico, immortalandosi durante la devastazione con i propri smartphone. Secondo quanto riportato dal Tirreno, i ragazzi hanno caricato diversi video in tempo reale su Facebook, Instagram e Snapchat. In uno di questi si vede un adolescente che regge in una mano il cellulare e nell’altra uno spinello. Si rivolge a un suo compagno e lo apostrofa: “C**** pisci? Che maiale sei“. Il ragazzo in questione è intento a urinare in un angolo dell’aula, ripreso dagli amici con il telefono. Il preside, Salvatore Caruso, ha annunciato la chiusura della scuola e la temporanea sospensione delle lezioni. Ha inoltre dichiarato che sporgerà denuncia contro gli studenti: “I responsabili? Deciderà il Consiglio di istituto, ma io proporrò una linea dura“.

Tre occupazioni in pochi giorni

I Carabinieri sono intervenuti sul luogo dell’occupazione e sono saliti sul tetto dell’istituto, mettendo in fuga gli studenti.

Il Corriere Fiorentino riferisce che alcuni giovani vandali sono stati già identificati dalle autorità scolastiche e sono stati fermati poco dopo la fuga. Secondo le prime stime, i danni provocati dai ragazzi si aggirano intorno a un totale di 20mila euro. Si tratta della terza occupazione in pochi giorni. La mattina di lunedì 21 gennaio, migliaia di studenti hanno protestato pacificamente contro i problemi delle scuole della zona durante una manifestazione in piazza Santa Caterina.


Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Scrivi un commento

300

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Caricamento...

Leggi anche