×

Neve al Nord: allerta arancione in Emilia-Romagna e Toscana

Il Nord aspetta la neve, nel centro Italia arriva l'emergenza pioggia

Neve
Neve

Si sta per aprire l’ennesima fase di forte maltempo sull’Italia dovuta al passaggio di una profonda onda depressionaria. La perturbazione in arrivo sulla nostra penisola sarà alimentata da venti oceanici e sospinta da correnti meridionali miti e via via più umide.

Il freddo preesistente su alcune aree del nostro Paese contrasterà con le correnti d’aria più miti e umide provocando intense e abbondanti nevicate anche in pianura.

Una saccatura nord-atlantica, in discesa verso il Mediterraneo occidentale, tende a innescare un flusso di correnti caldo-umide sud-occidentali verso l’Italia, che determinerà nevicate diffuse su gran parte delle regioni settentrionali. Nello stesso tempo l’intensificarsi dei venti sulle regioni centrali apporterà piogge sui settori esposti.

Così fa sapere la Protezione Civile.

Neve e maltempo al centro-nord

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche. E proprio sulla base dei fenomeni previsti, è stata valutata per la giornata di venerdì 1 febbraio allerta arancione per rischio idraulico e idrogeologico sul settore occidentale dell’Emilia Romagna e sulla Toscana settentrionale.

L’avviso prevede dalla tarda serata giovedì 31 gennaio nevicate fino a quote di pianura o fondovalle, su Piemonte, entroterra ligure, Lombardia, Veneto settentrionale e in montagna a Trento, Bolzano e in Valle D’Aosta. Sono previste anche precipitazioni a carattere di rovescio o temporale. Liguria centro-orientale, Toscana e Lazio le regioni coinvolte, in estensione a Veneto centro-meridionale, Friuli Venezia Giulia e alla Campania. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, locali grandinate e forti raffiche di vento.

Dalla mattina di venerdì 1 febbraio, infatti, si prevedono venti forti prevalentemente dai quadranti meridionali, con rinforzi fino a burrasca, su Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Marche e Lazio, con mareggiate lungo le coste esposte.

Valutata l’allerta gialla sulla Liguria di levante, sull’area centrale dell’Emilia Romagna, sul Veneto settentrionale, sul Friuli Venezia Giulia e sul restante territorio della Toscana, sul Lazio, su buona parte dell’Abruzzo, sul Molise, sulla Campania e sul settore nord-occidentale della Sardegna.

Le previsioni del fine settimana

Venerdì 1 febbraio sarà una giornata perturbata al Nord con neve abbondante a quote molto basse e in pianura. In Piemonte sono previsti intorno ai 20-30 cm di neve. Nevicate copiose su tutti i settori alpini specialmente quelli centrali ed orientali. Quantitativi anche superiori al mezzo metro potranno cadere sul Trentino, in Alto Adige e su tutta l’area delle Dolomiti. Le Alpi si vestiranno finalmente di un fantastico manto di neve fresca, tanto attesa dagli amanti degli sport invernali.

Anche sabato 2 febbraio il maltempo nevoso insisterà soprattutto sulla Regione alpina specie quella orientale. Ma saranno ancora possibili episodi di pioggia mista a neve sulle estreme pianure del Piemonte. Domenica la situazione dovrebbe cominciare a migliorare.

Contents.media
Ultima ora