×

Basilicata, a Pomarico la frana distrugge case e strade

Prosegue l'allerta a Pomarico (Matera), dove i movimenti franosi degli ultimi giorni stanno provocando numerosi danni

Pomarico
Pomarico

Spaventa la situazione a Pomarico, piccolo borgo della provincia di Matera, in Basilicata. Continuano i movimenti franosi in seguito alla forte ondata di maltempo che si è abbattuta sulla regione. Dopo la grossa frana avvenuta il 29 gennaio, nelle ultime ore si sono verificati nuovi smottamenti e crolli, riguardanti abitazioni che rientrano nella “zona rossa” già delimitata dai Vigili del Fuoco. Con l’aggravarsi della situazione e il peggioramento meteorologico, sono salite a più di trenta le famiglie sgomberate con ordinanze del sindaco Francesco Mancini per il rischio di ulteriori dissesti idrogeologici che possono compromettere gli immobili del centro storico.

Il monitoraggio e le attività di verifica dei Vigili del Fuoco di Matera, intanto, proseguono senza sosta, anche con l’ausilio droni ed elicotteri, utilizzati per la ricognizione dell’area interessata.

Il comunicato della Protezione Civile

A seguito della frana che negli ultimi giorni ha interessato il comune di Pomarico in provincia di Matera, il Capo Dipartimento Angelo Borrelli si recherà sabato 2 febbraio sul territorio comunale per fare un sopralluogo nell’area interessata dai crolli e incontrare le autorità locali di protezione civile.

L’arrivo del Capo Dipartimento è previsto intorno alle ore 11.00 presso il C.O.C. (Centro Operativo Comunale) allestito nella sede comunale. Così ha fatto sapere il Dipartimento della Protezione Civile.

Case, depositi e attività commerciali del contro storico di Pomarico sono crollate precipitosamente. Il paese lucano a 28 chilometri da Matera è stato colpito venerdì 25 gennaio da una frana. Quattro giorni più tardi si sono verificati i primi crolli. Ora continuano ad avanzare i movimenti franosi e i danni aumentano smisuratamente. Per fortuna non si registra alcuna vittima.

Pomarico

Nessuna vittima dopo la frana

Una strage mancata grazie ai provvedimenti di sgombero disposti dal sindaco già da venerdì 25 gennaio. Quando ci sono stati i crolli la zona era già stata interdetta. “Siamo riusciti a evitare vittime, ma adesso ci dobbiamo occupare degli sfollati. Poi dovremo mettere in sicurezza tutta la zona interessata dalla frana”, ha detto il primo cittadino Francesco Mancini.

Pomarico

In questi giorni l’area è presidiata dai vigili del fuoco e in paese sono arrivati amministratori e tecnici dalla Regione Basilicata e dalla Provincia di Matera. La Repubblica fa sapere che la Regione aveva già stanziato 160mila euro per gli interventi di messa in sicurezza della zona prima della frana. Ma il sindaco ha voluto rassicurare i suoi cittadini: “Ora arriveranno altri fondi per fronteggiare l’emergenza”.

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche