Napoli, presunta malasanità: perde la vista dopo intervento al cuore
Napoli, presunta malasanità: perde la vista dopo intervento al cuore
Cronaca

Napoli, presunta malasanità: perde la vista dopo intervento al cuore

napoli-malasanità-perde-vista-intervento-cuore

A denunciare il caso il consigliere della Regione Campania Francesco Emilio Borrelli: "Chiesta inchiesta per accertare eventuali negligenze".

Torna ad occuparsi di malasanità il consigliere regionale della Campania, Francesco Emilio Borrelli. L’ultima sua denuncia shock riguardava riguardava le condizioni estreme di una paziente ricoverata in un’ospedale napoletano, intubata in un letto ricoperto di formiche. Questa volta il consigliere punta il dito contro un presunto errore medico: un paziente operato nel capoluogo avrebbe infatti perso la vista proprio qualche giorno dopo aver subito un intervento al cuore. Su Facebook Borrelli ha pubblicato un post di denuncia scrivendo che “Si tratta di un fatto che merita approfondimenti”. Il consigliere ha inoltre garantito, come Componente della Commissione Sanità della Regione, di aver “Chiesto l’apertura di un’inchiesta interna per accertare eventuali negligenze”.

napoli-malasanità-denuncia-borrelli

La denuncia alla Polizia

A quanto ricostruito da FanPage, a denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine sarebbe stato il figlio del paziente: “Mio padre è stato operato lo scorso 15 gennaio, dopo una serie di esami medici che hanno evidenziato la necessità di installare due bypass -avrebbe spiegato l’uomo -.

L’intervento è durato sette ore. All’uscita ci è stato detto che era riuscito perfettamente”. Tuttavia dopo qualche giorno il padre avrebbe iniziato ad accusare alcuni disturbi: “Ha iniziato ad avere problemi di vista. Inizialmente i medici ci hanno tranquillizzato, definendola una problematica passeggera di carattere fisiologico”. Ma, continua il racconto del figlio, “Il lunedì successivo ha perso completamente la vista“. È proprio a quel punto che i medici avrebbero ritratto la prima versione dei fatti adducendo come causa dell’improvvisa cecità alcune condizioni critiche pregresse. “Il problema – denuncia ora l’uomo – è che nessuno ci aveva avvisati di tale rischio prima dell’operazione”.

Il figlio: “Un errore medico”

L’ipotesi dei familiari è che la perdita della vista sia in qualche modo correlata ad uno “sbalzo glicemico che i medici non sono riusciti a contenere”. Forse informato della loro decisione di rivolgersi alle forze dell’ordine, un medico dell’ospedale, come riferito dal figlio del paziente, avrebbe anche cercato d’intimidirli: “Mentre mi trovavo al quarto piano sono stato avvicinato dal chirurgo che con fare minaccioso, mi ha detto che “ci avrebbe tolto tutto“. Così il racconto del figlio in merito allo “spiacevole” episodio avvenuto proprio all’interno dell’ospedale dove il padre è stato operato. “Abbiamo segnalato il caso alla Polizia di Stato del Commissariato Arenella che è intervenuta, raccogliendo la mia segnalazione – conclude -. Ovviamente sporgerò denuncia anche per questo episodio”.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche