×

Picchia la bimba di 2 anni e si difende: “Si è svegliata ed è svenuta”

Altra aggressione nei confronti di piccoli bimbi: a Genzano un uomo di 24 anni ha picchiato la figlia della propria compagna di appena 22 mesi.

federico zeoli

Ancora molta violenza contro piccoli bimbi. Questa volta il drammatico episodio è avvenuto a Genzano, quando un uomo, di nome Federico Zeoli, ha violentemente picchiato la figlia della compagna. Inizialmente l’uomo ha tentato di difendersi sostenendo che “La piccola si è svegliata, ha bevuto un bicchiere d’acqua e poi è svenuta“.

Una tesi che però non ha convinto nessuno. L’uomo è ora, infatti, in stato di arresto con l’accusa di omicidio volontario.

La vicenda

Federico Zeoli, di 24 anni originario di Campobasso, era a casa da solo con la piccola vittima, la sorellina gemella e un’altra figlia della compagna, quando, in preda ad un raptus, ha violentemente picchiato la bimba. “L’ho picchiata, non smetteva di piangere e ho perso la testa” ha poi confessato alla fidanzata e alle forze dell’ordine.

Una volta portata al pronto soccorso, anche la madre della piccola vittima ha provato a difendere il proprio compagno sostenendo che la bimba fosse semplicemente caduta. I lividi, però, sparsi su tutto il corpo, hanno tolto ogni dubbio: non poteva trattarsi di una caduta accidentale, la bimba era stata maltrattata. Una tragedia questa che ricorda molto quella del piccolo Giuseppe, il quale però perse la vita.

Le condizioni della piccola

Il corpicino della piccola era fortemente martoriato: molti e grossi i lividi sparsi su tutto il corpo. Da sottolineare un grosso ematoma sulla testa e, addirittura, dei segni di morsi intorno all’ombelico. La piccola gemella è sotto il controllo dei medici presso l’ospedale Bambin Gesù di Roma e sarebbe in coma farmacologico con l’obiettivo di far riassorbire l’ematoma. Le condizioni rimangono molto gravi. presso l’ospedale Bambin Gesù di Roma.

Contents.media
Ultima ora