Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Papa Francesco, il selfie con la spilla “Apriamo i porti”
Cronaca

Papa Francesco, il selfie con la spilla “Apriamo i porti”

papa francesco

Papa Francesco si è scattato un selfie con una spilla che mostra chiaramente la scritta "Apriamo i porti"

Il pontefice, durante un incontro sul tema delle migrazioni, si è scattato un selfie mostrando chiaramente una spilla. Il prete che gliel’ha consegnata ha raccontato: “La spilla gli deve essere piaciuta perché ha chiesto di tenere per sé quella con cui ci ha regalato l’emozione di questa foto”. Sulla spilletta era chiaramente visibile la scritta: “Apriamo i porti”.

Il selfie con la spilla

Stando a quanto racconta Avvenire, il Pontefice, durante un incontro sul tema delle migrazioni a Sacrofano, in provincia di Roma, ha visto don Nandino Capovilla, parroco di Marghera, avvicinarsi con la spilla tra le mani. Il Santo Padre, che non è nuovo a manifestazioni di solidarietà ai poveri della terra, si è mostrato incuriosito, afferrando l’oggetto e osservandolo a lungo. Dopo una spiegazione da parte di don Nandino, Bergoglio non ci ha pensato due volte: “L’ha presa e si è fatto scattare una foto tenendola in mano. La spilla deve essergli piaciuta”.

Chi è don Capovilla

Don Nandino Capovilla è un sacerdote molto impegnato con la sua parrocchia in svariate iniziative d’accoglienza, indistintamente per italiani e stranieri.

“Non dimentichiamo – ha dichiarato ad Avvenire – che mentre l’attenzione viene spostata sul mare, c’è chi fa finta di non vedere l’altra rotta, quella balcanica, che passa proprio attraverso i nostri territori e ci impegna nel dare assistenza ai tanti profughi che continuano ad arrivare”. Il sacerdote ha inoltre partecipato a una manifestazione nel centro di Venezia contro ogni forma di discriminazione e odio, in particolare contro il Decreto Sicurezza approvato nei mesi scorsi dal governo e fortemente voluto dal Ministro degli Interni, Matteo Salvini.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche