Regala la casa di Joppolo ai migranti: insulti alla donna
Regala la casa di Joppolo ai migranti: insulti alla donna
Cronaca

Regala la casa di Joppolo ai migranti: insulti alla donna

Joppolo
Joppolo

Igiurie nei confronti di una donna calabrese, da anni residente a Milano, che ha deciso di donare ai migranti l’immobile che possiede a Joppolo

Ripidi pendii granitici caratterizzano Joppolo che, attraverso le tortuose viuzze e le case costruite una sull’altra, danno un’immagine particolare all’ambiente. In un paesaggio naturale incontaminato le montagne fanno da sfondo al mare e alle spiaggette rocciose. Nel territorio si arroccano numerosi edifici sacri, che si innalzano tra spettacolari giochi di tetti. Meta di pellegrinaggi è il santuario dedicato alla Vergine del Carmelo, alle cui spalle si erge il maestoso monte Poro. In questa cittadina calabra, che sorge nella provincia di Vibo Valentia, una donna ha deciso di regalare ai migranti una casa di sua proprietà. Immediata la polemica e numerosi gli insulti nei suoi confronti.

Regala casa ai migranti

Lucia Cocciolo ha deciso di regalare la sua vecchia casa ai migranti. Così ha deciso di offrire il suo contributo all’indomani dell’ultima tragedia che si è consumata nella baraccopoli di San Ferdinando, dove è morto tra le fiamme un ragazzo senegalese di 28 anni. La signora calabrese da anni vive a Milano e, fa sapere Il Vibonese.it, nella sua terra natia si reca raramente.

Quella casa di 100 metri quadri nel centro storico di Coccorino, frazione di Joppolo, non le serve. Lei si è fatta una vita lontana dalla Calabria e da tempo quell’immobile sarebbe inutilizzato.

La Cocciolo avrebbe detto che il Comune non ha risposto alle sue sollecitazioni quando ha cercato di mettersi in contatto per cedere l’immobile. E’ la testata calabra Il Vibonese.it ad aver accolto il suo appello. Così è stato possibile divulgare l’idea di Lucia, sebbene consapevoli che sui social in molti l’avrebbero criticata.

Gli insulti

Di lì a poco, infatti, il web ha scatenato la sua ira incondizionata e senza freni. “Finta buonista del c***o” è solo uno degli insulti che ha ricevuto.

In molti hanno pronunciato la frase che è ormai diventata un luogo comune “prima gli italiani”. C’è addirittura chi la maledice per aver deciso di regalare la sua casa ai migranti, come se invece di un gesto di carità abbia commesso un delitto imperdonabile.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 1153 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.