Attacco hacker contro Atm Milano | Notizie.it
Milano, hacker entrano nel sistema di videosorveglianza dell’Atm
Cronaca

Milano, hacker entrano nel sistema di videosorveglianza dell’Atm

hacker

E' giallo sull'attacco hacker all'Atm. Gli hacker avrebbero rubato tutte le password, riuscendo ad entrare nelle telecamere della metro.

Un gruppo di hacker si è intrufolato nel database dell’Atm, cambiando tutte le password e accedendo al software che gestisce le telecamere interne alle metropolitane di Milano. Lo scopo dell’attacco informatico non è ancora chiaro, anche se sembra esclusa la pista terroristica. Sul caso indaga, nel più stretto riserbo, la Polizia Postale.

Hacker spiano le telecamere della metro

Gli hacker si introducono nel database dell’Atm, l’Azienda trasporti milanesi. La scoperta sarebbe stata fatta tra il 19 febbraio 2019 ma nonostante le indagini siano scattate da subito gli esperti informatici non sarebbero riusciti ancora a capire l’obiettivo dell’attacco, né tantomeno i responsabili.

A diffondere la notizia e La Repubblica che, dopo aver contattato tre diverse fonti, spiega come gli hacker siano riusciti a rubare tutte le password, a cambiarle ed impedire così l’accesso “alla stessa security aziendale”.

Stando ai primissimi accertamenti, i pirati informatici sarebbero inoltre riusciti ad entrare nel software che gestisce le telecamere interne alle metropolitane.

Il motivo non è ancora chiaro. Tra le ipotesi al vaglio quella della possibile manipolazione di una o più immagini, magari per creare un alibi all’autore di un reato. Ma si rimane ancora nel campo delle possibilità.

Non è terrorismo

In base a quanto riferisce repubblica.it, la Polizia Postale starebbe cercando di individuare da dove è partito l’attacco, e per arrivare a tale informazione gli agenti sarebbero dovuti ricorrere ad esperto “esterno”.

I pirati informatici infatti avrebbero usato schermi molto elaborati per coprire la propria attività, su cui rimane il giallo.

Al momento si esclude però un hackeraggio a scopo terroristico, visto che le unità che si occupano di questi tipi di reati non sarebbero state allertate.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche