Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Diciotti, avvocati dei migranti: “Privati delle libertà personali”
Cronaca

Diciotti, avvocati dei migranti: “Privati delle libertà personali”

diciotti risarcimento

Gli avvocati che stanno seguendo la causa di risarcimento dei migranti hanno riscontrato una "grave violazione dei diritti umani".

Giovanna Cavallo ha parlato a nome di tutti gli avvocati che hanno presentato il ricorso collettivo: “Grave violazione dei diritti umani e privazione della libertà personale”. L’avvocato ha presentato, a Stasera Italia, le motivazioni che hanno spinto alla presentazione del ricorso. Immediata la risposta del vicepremier: “Mi faccio una grassa risata“.

Violazione dei diritti umani

“Abbiamo riscontrato la grave violazione dei diritti umani senza un ordine giudiziario”. E’ questa la base su cui si fonda la richiesta di risarcimento avanzata da alcuni migranti della nave Diciotti, in riferimento alla decisione di Matteo Salvini e Giuseppe Conte. Sarebbero 41 eritrei, tutti passeggeri della nave della guardia costiera arrivata al porto di Catania il 20 agosto, ad aver avanzato la richiesta di risarcimento per una cifra compresa tra i 42mila e i 71mila euro. Nel frattempo i migranti sono stati ospitati a Roma, nella tendopoli del Baobab, centro che li sta aiutando nella richiesta di risarcimento danni.

Molti di loro, invece, hanno già lasciato il nostro Paese.

La procura di Catania, dopo l’autodenuncia di Conte, Di Maio e Toninelli, ha chiesto l’archiviazione per tutti gli esponenti di Governo. Anche per loro, come per Salvini, la decisione va ascritta ad una scelta politica che non costituirebbe reato. Il tribunale dei ministri ha ora 90 giorni per decidere se chiedere l’autorizzazione a procedere o archiviare.

La riposta di Salvini

Come sempre accade, la risposta di Salvini non si è fatta attendere. Il vicepremier ha risposto ironicamente: “Permettetemi di rispondere con una grassa risata. Tutti nati il primo gennaio, tutti scomparsi, non prendessero in giro gli italiani. La pacchia è finita. I barconi non arrivano più, al massimo gli mandiamo un Bacio Perugina”.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche