Palermo, fuoristrada urta auto in sosta e si ribalta: un morto | Notizie.it
Palermo, fuoristrada urta auto in sosta e si ribalta: un morto
Cronaca

Palermo, fuoristrada urta auto in sosta e si ribalta: un morto

incidente palermo

Un giovane ha perso la vita in un tragico incidente a Palermo. La sua auto si è prima schiantata contro alcune vetture in sosta per poi ribaltarsi.

Incidente mortale a Palermo nella notte tra venerdì 22 e sabato 23 febbraio. Un giovane di 29 anni è morto dopo aver perso il controllo della sua Jeep. La vettura si è prima schiantata contro 6 auto in sosta per poi ribaltarsi. La vittima è Claudio Amorosi, figlio del titolare del bar Renato di Mondello. Il ragazzo era nato in Brasile ma risiedeva da anni a Palermo. Probabilmente, al momento dello schianto, stava rincasando dopo aver trascorso una serata fuori. Lascia la compagna e una bimba di un anno e otto mesi.

Il violento impatto

Secondo una prima ricostruzione, la vettura si è schiantata contro le auto in sosta per poi ribaltarsi in mezzo alla strada. Sul luogo dell’incidente sono giunti i vigili del fuoco e i sanitari del 118. Al termine delle operazioni di estrazione dell’automobilista, i pompieri non hanno potuto far altro che consegnare ai sanitari il corpo senza vita del giovane. Il 29enne è infatti morto sul colpo.

Gli agenti della Polizia stradale hanno effettuato i rilievi per chiarire l’esatta dinamica dell’incidente, mentre il medico legale ha effettuato un primo esame autoptico. Il veicolo è stato posto sotto sequestro amministrativo.

Settimana di sangue in Sicilia

Le strade siciliane sono state teatro di diversi incidenti. Solo pochi giorni prima dello schianto di Palermo, aveva perso la vita, sull’autostrada Palermo-Catania, il magistrato Giovanni Romano, mentre a Noto sono morti due adolescenti, Gabriele Marescalco e Manuel Petralito. Mercoledì 20 febbraio a perdere la vita è stato un 63enne che ha perso il controllo della sua Smart all’uscita di una curva. La vettura si è ribaltata e per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Giovedì 21 febbraio, invece, un altro incidente ha provocato la morte di un pescivendolo 64enne.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche