Piobbico, Sergio Papi morto a 42 anni colpito da un malore
Piobbico, Sergio Papi è morto a 42 anni a causa di un arresto cardiaco
Cronaca

Piobbico, Sergio Papi è morto a 42 anni a causa di un arresto cardiaco

Piobbico
Piobbico

Una terribile tragedia scuote Piobbico, dove Sergio Papi, padre di 42 e gestore del bar "Il Borghetto", è stato stroncato da un arresto cardiaco

La fidanzata sembra avesse comunicato con lui via chat intorno alle 8 del mattino. Poco dopo, non ricevendo alcuna risposta, lo ha contattato telefonicamente, ma di Sergio ancora nessuna traccia. Allarmata in seguito a una serie di chiamate a vuoto, si è recata, attorno alle ore 10, nella sua abitazione presso la frazione di Piano. Lì la tragica scoperta del corpo senza vita. La voce dell’improvvisa morte di Sergio Papi, dovuta a cause naturali (si tratterebbe di un improvviso arresto cardiaco) si è diffusa a Piobbico (in provincia di Pesaro) subito dopo l’arrivo sul posto dell’ambulanza del 118.

Morto Sergio Papi

Se n’è andato a soli 42 anni Sergio Papi, un giovane papà gestore del locale “Il Borghetto”. Il suo bar nel periodo invernale era aperto dal venerdì alla domenica ed era sempre molto frequentato, soprattutto dagli iscritti e dai simpatizzanti del celebre Club dei Brutti, sodalizio che aveva scelto il ritrovo come una sua seconda sede.

All’interno del bar, infatti, ci sono foto e gigantografie dell’attività della famosa associazione che ha reso celebre Piobbico nel mondo.

Gestiva in via Kennedy un piccolo bar situato ai piedi del castello Brancaleone, fa sapere Leggo.it. Nel weekend faceva il pieno di giovani, provenienti anche dai paesi limitrofi. Li sapeva attrarre con serate di musica dal vivo. Simpatico e cordiale, era conosciutissimo. Il suo locale offriva una vasta gamma di birre e vini selezionati. Famosi anche i suoi cocktail, molto apprezzati dai clienti. Ultimamente, riporta Leggo.it, pare avesse espresso il desiderio di lasciare il suo bar per intraprendere il lavoro di rappresentate di vini, forse affascinato e interessato al mestiere del fratello, il rinomato sommelier Raffaele Papi.

Le sue condizioni di salute

Sergio Papi viveva nella frazione di Piobbico e gli amici lo ricordano in salute, buon camminatore e amante della bicicletta. Una persona con abitudini di vita sane e che amava l’attività fisica, ricorda Il Resto del Carlino. La tragedia si sarebbe verificata nella sua abitazione giovedì 21 febbraio 2019.

Tuttavia, appena due giorni prima della sua morte, si era recato a pranzo in un agriturismo del luogo e con i titolari si era lamentato di uno stato di salute un po’ precario, con mal di stomaco e dolori ossei allo sterno che però non lo allarmavano, dando la colpa ad una probabile influenza.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Asia Angaroni
Asia Angaroni 1153 Articoli
Leva 1996, varesotta di nascita milanese di adozione. Dall’amore per la stampa e la verità alla laurea in Comunicazione. Amante della letteratura e dell’arte, alla ricerca costante di sapienza e cultura. Appassionata di cronaca sportiva e di inchieste, desiderosa di fare della parola il proprio futuro.