Varese, Ivano Ghezzi è tornato a casa: era scomparso il 18 febbraio
Cronaca

Varese, Ivano Ghezzi è tornato a casa: era scomparso il 18 febbraio

Ivano Ghezzi è tornato a casa
Ivano Ghezzi

Il 44enne era svanito nel nulla: invece di andare a lavoro aveva preso un treno a Busto Arsizio. Ignoti i motivi dell'allontanamento.

Ivano Ghezzi è di nuovo a casa. Come riferisce Varese News, la moglie e i figli hanno potuto riabbracciare il 44enne dopo diversi giorni di grande paura. Paura che fosse successo qualcosa di terribile al loro caro.

La vicenda

Più precisamente questa famiglia di Fagnano Olona (Varese) è stata in pensiero da lunedì 18 febbraio. Quel giorno Ivano non era andato a lavoro come al solito ma al contrario aveva preso un treno a Busto Arsizio. Poi non si era più saputo nulla di lui. Aveva portato con sé il cellulare ma il telefonino era sempre spento. I familiari si erano subito messi all’opera avvertendo i Carabinieri e chiedendo aiuto pure sui social network (dove era stata diffusa la foto dell’uomo). Anche il programma televisivo Chi l’ha visto (in onda su Rai 3) aveva affrontato il caso.

Il ritorno

Tutti sono rimasti con il fiato sospeso per le condizioni e le sorti del 44enne, fino a quando ha deciso di tornare a casa nella serata di giovedì 28 febbraio ponendo fine alle preoccupazioni della sua famiglia.

Al momento non è chiaro il motivo per il quale si sia allontanato per così tanto tempo senza dare alcuna notizia e comunicazione. Secondo quanto riporta Varese News la moglie Eleonora Molteni ha chiesto al riguardo rispetto per la privacy. Allo stesso tempo ha desiderato ringraziare quanti hanno fornito il proprio contributo per cercare Ivano e in particolare l’associazione Penelope Onlus Lombardia (sezione territoriale dell’Associazione Nazionale delle famiglie e degli amici delle persone scomparse).


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Giorgio Meroni
Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in "Lettere moderne", frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.