Alessio, 27 anni e una rara malattia al cuore: “Aiutatemi a curarmi”
Cronaca

Alessio, 27 anni e una rara malattia al cuore: “Aiutatemi a curarmi”

Alessio Scorrano, malato di cuore
Alessio Scorrano, malato di cuore

Il primo intervento ha peggiorato le sue condizioni di salute: ora la sua unica speranza è una costosa operazione negli Stati Uniti.

Alessio Scorrano ha vissuto per oltre vent’anni senza sapere di avere qualcosa di diverso dalla stragrande maggioranza della popolazione, qualcosa che rende il suo cuore un’anomalia. Si tratta di un ponte miocardico, una malformazione genetica che si è manifestata con sintomi quali il dolore e l’affaticamento durante l’attività fisica, fino a impedirgli di compiere i più comuni gesti quotidiani. Fino al 2013, Alessio era un ragazzo come tanti, nato e cresciuto a Lecce ma trasferitosi a Milano. Ma oggi “la mia vita è completamente limitata dal dolore toracico, affanno e altri vari sintomi cardiaci”, ha raccontato a Milano Today.

L’intervento

Dopo quel primo dolore al petto durante una corsa, i sintomi si sono intensificati: “Non riesco più a stare in piedi e ogni azione è diventata difficile per me”. Con la speranza di potergli restituire un’esistenza normale, i medici lo hanno sottoposto a un intervento a cuore aperto che gli ha lasciato una vistosa cicatrice sul petto, come testimoniano le fotografie postate da Alessio su Facebook.

Ma l’operazione “ha peggiorato la situazione e ha richiesto un secondo intervento”, ha spiegato. Un esito dovuto anche alla scarsa conoscenza della malattia da parte delle strutture ospedaliere italiane. Il ponte miocardico è, infatti, una patologia tanto rara che il 27enne è stato “il terzo caso in 25 anni per cui si provava questo tipo di intervento nell’ospedale”.

La raccolta fondi

Una possibilità di dire addio alla patologia, però, esiste e si trova oltreoceano. “Attualmente la mia unica speranza è quella di andare a Stanford, in California, dove c’è l’unico centro ospedaliero specializzato sul ponte miocardico”, ha spiegato il ragazzo. Una speranza estremamente costosa, dal momento che per potersi sottoporre agli esami clinici e all’intervento Alessio necessita di 500mila euro. Per ottenere tale somma, il ragazzo ha dato vita a una raccolta fondi su Facebook, che ha già raggiunto i 20mila euro. “Da solo non riuscirà mai ad avere i soldi necessari”, ha ammesso, “per questo chiedo il vostro aiuto“.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Classe 1994, nata e cresciuta in provincia di Monza e Brianza. Dopo il diploma di liceo classico mi sono laureata a pieni voti in "Lettere moderne" presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ho conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne", con 110 e lode, presso l’Università degli Studi di Milano. Durante il mio percorso accademico, mi sono avvicinata al mondo del giornalismo attraverso il team di Notizie.it, passando da un iniziale stage curriculare a una collaborazione, fino a entrare a far parte della redazione. Ho collaborato con la rivista cartacea Viaggiare con gusto per la pubblicazione dell’articolo Viaggio in Puglia, nell’aprile 2019.