×

Silvio Berlusconi all’ospedale San Raffaele per controlli di routine

Dopo l'operazione al cuore, l'ex presidente del Consiglio è stato nuovamente ricoverato al San Raffaele per un check up generale

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Nei mesi scorsi qualcuno lo aveva dato per spacciato. Alcuni internauti avevano diffuso la notizia di un ictus e dell’immediato ricovero. Invece, Silvio Berlusconi pare non abbia alcun problema di salute, procede regolarmente portando avanti i suoi numerosi impegni lavorativi, tra il privato e la scena politica, tra riunioni per pianificare le sue attività imprenditoriali e i suoi prossimi impegni politici.

Dopo aver superato la delicata operazione al cuore a cielo aperto, che tenne tutti con il fiato sospeso, la salute del Cavaliere continua a essere elemento di dibattito anche ora che Berlusconi non è più sul piano politico l’uomo potente di un tempo. Molte le previsioni funeste espresse forse dagli avversari politici di un tempo, che passavano il tempo a bisbigliare anche sulle voci di un semplice mal d’ossa. Non è un caso, infatti, che le foto circolate nelle ultime ore abbiano allarmato i fedeli sostenitori di Berlusconi.

Il leader di Forza Italia è stato immortalato all’ospedale San Raffaele di Milano. L’ex presidente del Consiglio, fa sapere La Repubblica, si trovava nella clinica per un check up generale.

Silvio Berlusconi al San Raffaele

Niente paura, il Cavaliere sta bene. E’ stato fotografato presso il rinomato ospedale milanese, ma non a causa di malattie o urgenze inaspettate.

L’ex presidente del Consiglio è arrivato martedì 5 marzo nell’ospedale di via Olgettina, dove da anni è seguito dal suo medico di fiducia Alberto Zangrillo.

Il programma prevede controlli ed esami vari, che dovrebbero essere eseguiti fino a venerdì 8 marzo, riporta ancora La Repubblica.

Il ricovero finora è stato celato nel più stretto riserbo, tanto che nello stesso ospedale sono in pochi a sapere della presenza dell’ex premier. Berlusconi si troverebbe nelle sale del San Raffaele per eseguire un check up generale al suo stato di salute, con un focus particolare sull’apparato cardiologico.

“Controlli di routine”, dicono nei corridoi dell’ospedale i pochissimi a conoscenza del suo ricovero. Soprattutto, controlli necessari dopo l’operazione per la sostituzione della valvola aortica che il numero uno degli azzurri ha subito nel giugno 2016. All’epoca, l’intervento si era reso indispensabile a causa di un grave scompenso cardiaco.

In seguito all’operazione per Berlusconi è necessario sottoporsi periodicamente a degli esami nell’ospedale milanese di via Olgettina. L’ex premier, allora, sarebbe arrivato al San Raffaele nella mattinata di martedì 5 marzo, accompagnato dalla scorta. E’ ricoverato nella suite privata a pagamento nel padiglione Diamante dell’ospedale. A monitorare le sue condizioni di salute, il primario della Rianimazione Zangrillo.

Contents.media
Ultima ora