×

Stupro alla Circumvesuviana: la vittima ignorata dai passanti

Diverse persone hanno visto la 24enne in lacrime alla stazione, ma solo un ragazzo si è fermato e le ha offerto aiuto.

Stupro Circumvesuviana, vittima ignorata dai passanti
Stupro Circumvesuviana, vittima ignorata dai passanti

Prima lo stupro, poi l’indifferenza dei passanti che l’hanno ignorata e hanno scelto di non prestare soccorso nonostante il suo aspetto disperato. Questo è quanto ha dovuto affrontare la 24enne di Portici, violentata in un ascensore della stazione della Circumvesuviana di San Giorgio a Cremano, nel tardo pomeriggio del 5 marzo. Quando è uscita da quell’ascensore, si apprende da Fanpage, la ragazza era visibilmente sconvolta, ferita e malferma sulle gambe. Si è accasciata su una panchina e ha cominciato a piangere. In stazione, accanto a lei, circolavano diverse persone, in prevalenza pendolari intenti a tornare alla propria casa dopo una lunga giornata di lavoro. Impossibile non notare quella ragazza disperata, eppure nessuno di loro ha scelto di intervenire e offrirle aiuto.

Stupro alla Circum

A prestarle soccorso è stato solo un ragazzo, che non appena ha notato le sue lacrime si è seduto accanto a lei e le ha chiesto cosa fosse successo.

Ma che ti è successo? Ti hanno rapinato, ti hanno fatto qualcosa? Hai bisogno di aiuto?“, le ha domandato con tono amichevole. Si è offerto di chiamare qualcuno e, mentre la 24enne era al telefono con la madre, ha ascoltato le sue parole e ha capito la gravità dell’accaduto. Subito ha contattato la polizia, nella speranza di intervenire prima che i tre stupratori fossero ormai troppo lontani dalla Circumvesuviana.

Le indagini

Nel frattempo, proseguono le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto e per risalire agli altri quattro uomini che hanno partecipato alla prima aggressione, una ventina di giorni prima dello stupro alla stazione. I tre ragazzi arrestati si sono difesi affermando che il rapporto è stato consensuale. La vittima sarebbe dovuta essere ascoltata dagli inquirenti nel pomeriggio di venerdì 8 marzo, ma l’incontro è stato rimandato a causa del ritardo nell’udienza di convalida del fermo dei tre sospettati.

La sua deposizione sarà raccolta dai magistrati lunedì 11 marzo.


Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche