Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Sardegna, l’idea del divieto di fumo sulle spiagge
Cronaca

Sardegna, l’idea del divieto di fumo sulle spiagge

Spiagge Smoke Free. Questa la sorpresa che attende i bagnanti di alcune località della Sardegna per la stagione estiva 2019

Dopo Bibione, primo comune italiano a vietare il fumo di sigarette in spiaggia, anche alcuni comuni sardi potrebbero ora decidere di rendere le spiagge comprese nei propri territori “Smoke Free”. Sono infatti numerosi i sindaci dell’Isola che, in vista della prossima stagione estiva, starebbero già organizzandosi in tal senso.

Divieto già operativo a Stintino

A Stintino, già nel corso della scorsa stagione, il Sindaco Antonio Diana aveva disposto il divieto di fumo nella nota spiaggia della Pelosa. Niente fumo, e di conseguenza niente mozziconi abbandonati sotto la sabbia da fumatori irresponsabili.

La scelta è fortemente sostenuta dal primo cittadino. Secondo il quale “L’anno scorso abbiamo iniziato dalla Pelosa e lo stop alle sigarette ha funzionato alla grande. In tutta la spiaggia abbiamo previsto tre aree per i fumatori, dove alla fine della stagione abbiamo raccolto circa 140 mila mozziconi. Di queste circa l’80% sarebbe finito sulla sabbia. E ora ho quindi deciso di estendere il divieto in tutte le nostre spiagge”.

Lungo tutto il litorale saranno quindi disposte delle specifiche aree dove potranno dirigersi i fumatori. Mentre per quanto riguarda i chioschi viene lasciata ai singoli gestori libertà di scelta sulla linea da adottare in materia.

Una misura, almeno secondo il sindaco, accettata di buon grado. Il fatto che in tutta la stagione, sull’affollatissima spiaggia della Pelosa siano state comminate solo 300 sanzioni, sarebbe infatti indicatore del generale rispetto della norma da parte degli avventori.

Stessa decisione ad Alghero

Una scelta che potrebbe essere replicata anche dal comune di Alghero. Secondo il sindaco Mario Bruno, si tratta infatti di una “questione di rispetto tra persone consapevoli”. Sarà dunque molto probabile che già dalla prossima estate nel comune nord occidentale della Sardegna sarà di fatto vietato fumare sulle spiagge.

Le difficoltà dei controlli

Alcuni sindaci però, pur affermando di condividere in linea di principio un simile provvedimento, vedono con molta difficoltà una sua implementazione. Per il primo cittadino di Orosei, infatti, la conformazione delle spiagge – molto lunghe e con numerosi accessi – non premetterebbe un efficace controllo.

Dello stesso avviso anche il Sindaco di Aranci Giusepe Fasolino, secondo il quale “Sarebbe un ottimo provvedimento, ma già abbiamo difficoltà ad assicurare i controlli sui divieti in vigore, figurarsi se riusciremmo a garantirne degli altri”. Insomma, finché ai comuni non verranno garantite ulteriori risorse, è difficile che questi riescano ad implementare un simile divieto.

Una norma che, pur se considerata antipatica dai fumatori, servirebbe a limitare l’inquinamento generato dall’altissimo numero di mozziconi che ogni anno viene abbandonato sulle nostre spiagge, un comportamento incivile che non rende giustizia ai bellissimi, e purtroppo in molti casi già martoriati, litorali del nostro paese.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche