Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Caso di pedofilia a Viterbo: zio abusa della nipotina di 10 anni
Cronaca

Caso di pedofilia a Viterbo: zio abusa della nipotina di 10 anni

Pedofilia a Viterbo, zio abusa della nipotina di 10 anni
Pedofilia a Viterbo, zio abusa della nipotina di 10 anni

L'inchiesta è stata aperta in seguito alla segnalazione della moglie, che ha assistito a un episodio sospetto. L'uomo è stato arrestato.

Orrore a Viterbo, dove un uomo di 63 anni è stato arrestato con l’accusa di violenza sessuale aggravata ai danni della nipotina di soli 10 anni. L’uomo, secondo quanto si apprende da Fanpage, si trova attualmente in carcere in attesa del termine del processo. Lo zio della bambina la avrebbe molestata più volte, “con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, in numerose occasioni”, riporta Tuscia Web. L’accusa sostiene che l’uomo abbia costretto la piccola a toccagli i genitali e che l’abbia a sua volta toccata nelle parti intime e sul seno. L’avrebbe inoltre costretta a praticargli rapporti orali.

Zio abusa della nipotina

I fatti risalgono all’estate del 2016. Il giudice ha ascoltato tre testimoni e ha fissato la prossima udienza a maggio, mentre la sentenza definitiva non dovrebbe arrivare prima di ottobre. La ricostruzione dei fatti presentata dall’accusa è stata avvalorata dai referti medici, che hanno confermato la presenza di segni evidenti di abusi.

La bambina è stata ascoltata da psicologi, sotto la supervisione di un assistente sociale, che hanno a loro volta confermato l’accaduto. La nipotina ha inoltre raccontato di aver subito altri due episodi simili.

L’inchiesta è stata aperta in seguito alla segnalazione della moglie dell’uomo, nonché sorella della madre della bambina. La donna si è insospettita dopo aver assistito a una scena: il marito teneva la nipotina in braccio e lei aveva la mano appoggiata sulle parti intime dell’uomo. I genitori della piccola, informati dell’accaduto, si sono immediatamente rivolti ai Carabinieri. Il 63enne, assistito dai legali Paolo Delle Monache e Valentina Micheli, si è dichiarato innocente.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Lisa Pendezza
Lisa Pendezza 2620 Articoli
Lisa Pendezza, nata nel 1994 a Milano. Laureata in Lettere con la passione per i viaggi, il benessere e la lettura, spera di riuscire a girare il mondo con una macchina fotografica in una mano e un romanzo nell'altra. Amante dei libri, si limita per ora a leggerne molti, con il sogno nel cassetto di scriverne uno.