Roma, cede un gradino della scala mobile nella metro Barberini | Notizie.it
Roma, cede un gradino della scala mobile della metro Barberini
Cronaca

Roma, cede un gradino della scala mobile della metro Barberini

Alla stazione della metro Barberini di Roma è collassato un gradino di una scala mobile, causando attimi di paura tra i presenti. Nessun ferito.

Attimi di paura alla stazione della metro Barberini di Roma, nel pieno centro della Capitale. Da alcuni immagini presenti sul web, si vede che un gradino della scala mobile che porta i passeggeri dall’esterno al sottopassaggio della stazione è improvvisamente collassato. Fortunatamente, non risultano al momento esserci feriti.

La scala mobile collassata

Una situazione simile, ma con esito diverso drammaticamente diverso, si è verificata lo scorso ottobre mentre un gruppo di tifosi del Cska Mosca su una scala mobile della fermata Repubblica, si è sentito letteralmente mancare la terra sotto i piedi. La scala mobile è infatti collassata improvvisamente producendo diversi feriti gravi. Attualmente, per quanto riguarda l’incidente odierno, spiega Atac tramite Twitter: “La fermata Barberini è temporaneamente chiusa per intervento tecnico con i treni che transitano senza fermare”. Intorno alle 10 di questa mattina, sui social network, varie persone avevano segnalato il malfunzionamento di una scala mobile della stazione, che si sarebbe bloccata improvvisamente causando lo sgomento generale: alcuni gradini si sarebbero accartocciati, con il rischio di ferire gravemente qualcuno; per fortuna, non è accaduto.

La stazione Barberini, in pieno centro a Roma, si trova sotto l’omonima piazza Barberini: le uscite sono accanto al famoso cinema Barberini e all’inizio di via Vittorio Veneto.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Marco Lomonaco
Marco Lomonaco 292 Articoli
Classe 1995, nato a Milano, rhodense d'adozione. Scrive per Notizie.it e collabora con Il Giornale e ilgiornaleOFF.it. Grande appassionato di radio, per sei mesi ha servito "il paese reale" a Radio24 nei ranghi de La Zanzara di Giuseppe Cruciani e David Parenzo.