Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Torino, principio incendio al Convitto Umberto I: elementari chiuse
Cronaca

Torino, principio incendio al Convitto Umberto I: elementari chiuse

incendio

Rogo in un'aula delle elementari del Convitto Umberto I di Torino, che ha provocato molto fumo ma non fiamme. Nessun intossicato.

Principio d’incendio al Convitto Nazionale Umberto I di Torino. Un rogo è scoppiato all’interno di un’aula delle elementari, attorno alle 22 di domenica 24 marzo 2019 . Non ci sarebbero state fiamme ma molto fumo. Sarebbero stati quarantotto gli studenti fatti evacuare. Non ci sarebbero però intossicati. Ancora non si conoscono le cause alla base dell’incendio. Da appurare se si sia trattato di un incidente o di un atto doloso. Lezioni sospese per gli alunni della scuola primaria.

Incendio al Convitto Umberto I

Momenti di paura al Convitto Nazionale Umberto I di Torino. Nella serata di domenica 24 marzo 2019 infatti all’interno della struttura scolastica è divampato un principio di incendio. Il rogo sarebbe partito da un’aula delle elementari di via Bligny.

Alcuni media, tra cui repubblica.it, parlano di quarantotto studenti e quattro educatori evacuati per circa un’ora. Il principio d’incendio sarebbe avvenuto attorno alle ore 22. Le informazioni comunque sono ancora molto vaghe e frammentarie.

Stando alle primissime ricostruzioni, non ci sarebbero state fiamme ma molto fumo.

Non sembrano però esserci intossicati. La zona è stata messa sotto sicurezza dai vigili del fuoco prontamente intervenuti.

Lezioni sospese

Lezioni sospese nella giornata di lunedì 25 marzo per gli alunni delle elementari, per permettere alle forze dell’ordine di effettuare i rilievi. Non è ancora chiaro infatti che cosa abbia causato il principio d’incendio, e se si sia trattato o meno di un incidente. Le classi medie e superiori invece svolgono regolarmente le lezioni.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche