Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Milano, si impicca in cella a San Vittore: aveva ucciso la compagna
Cronaca

Milano, si impicca in cella a San Vittore: aveva ucciso la compagna

Dichiarata la morte cerebrale di Pietro Carlo Artusi, il 48enne che aveva soffocato con un cuscino la compagna Roberta Priore.

Pietro Carlo Artusi si è tolto la vita nel quinto reparto del carcere di San Vittore (Milano) impiccandosi secondo quanto riferisce Fanpage. Il 48enne era finito dietro le sbarre lo scorso mercoledì per aver ucciso la compagna Roberta Priore.

Il suicidio

Il suicidio sarebbe avvenuto sabato sera (23 marzo) intorno alle 22: l’uomo avrebbe usato una corda rudimentale per farla finita. Gli agenti di Polizia penitenziaria si sono accorti del gesti e hanno subito avvisato i soccorsi. Il 118 è giunto sul posto e ha immediatamente trasferito Artusi all’ospedale San Carlo. Oggi, lunedì 25 marzo, è stata dichiarata dai medici la morte cerebrale (coma irreversibile).

L’omicidio

Le forze dell’ordine avevano trovato il corpo senza vita di Roberta Priore martedì 19 marzo nel suo appartamento in via Piranesi. Ad avvisare la Polizia la figlia della vittima, in allarme in quanto non riusciva a mettersi in contatto con la madre 53enne. Successivamente nel corso dell’interrogatorio con gli inquirenti Artusi aveva rivelato quanto accaduto all’interno dell’abitazione al termine di un pesante litigio (l’ennesimo come hanno riferito i vicini): “Ho preso un cuscino e l’ho premuto contro il suo viso almeno due volte fino a ucciderla.

Non era mia intenzione ucciderla. Io l’amavo. Ho distrutto tutto in un attimo”. L’ingegnere nato a Pistoia era così stato arrestato per l’omicidio della donna, che frequentava solamente da cinque mesi. Nella giornata odierna il drammatico epilogo, il secondo dopo quello di alcuni giorni fa.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Giorgio Meroni
Giorgio Meroni, nato a Milano nel 1984. Dopo la laurea triennale e magistrale in lettere moderne, frequenta un master in giornalismo, sua grande passione fin dall'adolescenza. Diventa giornalista professionista nel 2014. Segue con interesse la politica, lo sport e il mondo della tv. Grande tifoso del Milan.