> > Lombardia, maltrattamenti negli asili nido: arrestate due maestre

Lombardia, maltrattamenti negli asili nido: arrestate due maestre

Maltrattamenti in un asilo nido, arrestata maestra nel Comasco

Doppio episodio di maltrattamenti in asili nido. Agli arresti domiciliari la titolare di un asilo del Pavese e una maestra della provincia di Como.

Si trova agli arresti domiciliari una maestra d’asilo 58enne, accusata di maltrattamenti sui bambini dell’asilo nido in cui lavorava. Gli episodi di violenza nei confronti dei bambini dai 3 ai 18 mesi si sarebbero svolti in un asilo nido di Cernobbio, comune della Provincia di Como che si affaccia sul lago. I militari dell’Arma dei Carabinieri della compagnia di Como sono stati incaricati di eseguire l’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal giudice per le indagini preliminari di Como.

Concessi gli arresti domiciliari anche alla titolare di un asilo nido a Varzi, nell’Oltrepò Pavese. Con lei, due collaboratrici sono state accusate maltrattamento e abuso dei mezzi di correzione nei confronti di minori.

Arresti domiciliari per maestra accusata di maltrattamenti

Come riporta Ansa, la 58enne, che da tempo esercitava come educatrice nel’asilo nido di Cernobbio, rimarrà agli arresti domiciliari fino a diverso ordine. Il gip ha ritenuto che la donna sia responsabile di diversi maltrattamenti “commessi in qualità di educatrice in un asilo nido di Cernobbio (Como), dove poneva in essere condotte violente nei confronti di bambini di età compresa tra i 3 e i 18 mesi“, si legge nell’ordinanza di custodia cautelare.

In attesa che il processo confermi la tesi del gip o la assolva, la donna rimarrà quindi agli arresti domiciliari.

Ha 50 anni invece la titolare dell’asilo nido di Varzi, arrestata dalla Guardia di Finanza. Anche su di lei grava l’accusa di maltrattamento di bambini dell’età compresa tra il primo e il terzo anno di vita. Nel comunicato diffuso dalle Fiamme Gialle, si legge: “Tutto è iniziato quando, nel comune di Varzi, sono iniziate a circolare voci sempre più insistenti su presunte condotte anomale poste in essere dalla titolare di un asilo nido.

Le indagini hanno, nel giro di pochi mesi, confermato quelle voci e i censurabili comportamenti tenuti dalla maestra dell’asilo nido di Varzi. Determinanti sono stati i filmati girati all’interno dell’asilo che documentano le ripetute violenze, di natura fisica (spinte, strattoni e schiaffi) e psicologica, inflitte ai bambini di età compresa fra 1 e 3 anni“.

I precedenti

Quello della maestra di Cernobbio non è, purtroppo, un caso isolato. Durante il mese di febbraio, solo in Sicilia, si sono registrati altri due casi di maltrattamenti. Nell’asilo di Borgetto, in provincia di Palermo e nell’asilo di Milena, in provincia di Caltanissetta, la preoccupazione di alcuni genitori ha dato il via alle indagini nei confronti di alcune maestre. Nel primo caso i Carabinieri hanno arrestato sei maestre; nel secondo caso una maestra è riconosciuta responsabile di comportamenti violenti nei confronti dei bambini.