×

Librino, carabiniere picchiato da 3 spacciatori finisce in ospedale

E' accaduto durante un servizio di controllo anti-droga nel quartiere catanese di Librino. Arrestati i 3 spacciatori

Librino
Librino

Salvatore Belfiore, 40 anni, Patrizio Calogero, 44 anni ed Anthony Longo, 26, sono stati arrestati poiché ritenuti responsabili di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. I 3, infatti, hanno aggredito un carabiniere durante servizio antidroga svolto a Librino nella notte tra mercoledì 3 e giovedì 4 aprile.

Le indagini, fa sapere La Sicilia.it, si sono svolte vicino al civico 7 di viale San Teodoro, nota piazza di spaccio del quartiere catanese. Stando a quanto emerso dalla ricostruzioni, gli agenti hanno individuato i 3 soggetti, tutti aventi delle mansioni prestabilite (pusher e vedette), mentre piazzavano della droga ai numerosi clienti che continuamente arrivavano sul posto.

Librino, carabiniere picchiato dagli spacciatori

Un carabinieri, confondendosi tra la folla gremita di clienti dei tre spacciatori, ha raggiunto Belfiore.

Il 40enne teneva tra le mani del denaro in contanti e una busta di plastica contenente le dosi di stupefacente da piazzare. L’agente ha bloccato l’uomo, che tuttavia ha reagito dimenandosi e colpendo ripetutamente il militare con delle gomitate allo stomaco tenendo strette tra le mani la busta di droga e i soldi appena incassati.

A prestargli supporto, sono giunti in auto gli altri due pusher, complici di Salvatore Belfiore.

I 3 hanno poi gettato a terra il carabiniere, che ha resistito nonostante la violenta aggressione. Il carabiniere, infatti, non ha mollato la presa, trascinando con se lo spacciatore. Patrizio Calogero ha reagito sferrando n violentissimo pugno al volto del militare, mentre Longo ha cercato invano di sfilare la pistola del militare dalla fondina.

Dopo aver liberato il complice, i tre sono fuggiti liberandosi della droga e del denaro. Gli altri militari, nel frattempo giunti in soccorso del collega, hanno inseguito i delinquenti, raggiungendoli in pochi minuti. Gli uomini sono finiti in manette e arrestati.

I carabinieri finiti in ospedale

Al termine delle operazioni sono stati due i carabinieri finiti al pronto soccorso. A uno di loro i medici hanno diagnosticato diverse fratture e contusioni alla mano, al polso e alla spalla. Per lui prognosi di 25 giorni. Il collega ha riportato un trauma alla spalla destra e a una caviglia con una prognosi di 10 giorni.

Il giudice del Tribunale di Catania, in sede di direttissima, svoltasi nella mattinata di giovedì 4 aprile 2019, ha convalidato l’arresto disponendo i domiciliari per Belfiore e Calogero. Longo, invece, è stato rimesso in libertà in attesa di giudizio, che come richiesto dagli indagati si svolgerà con il rito abbreviato. Così riferisce La Sicilia.it.

Contents.media
Ultima ora