×

Milano, blitz in un centro massaggi: sventato un giro di prostituzione

La struttura in zona Famagosta, gestita da una 43enne di nazionalità cinese, era già stata chiusa nel 2017.

Polizia chiude centro massaggi hot
Polizia chiude centro massaggi hot

La polizia di Milano ha disposto la chiusura del centro massaggi di Giovanni da Cermenate, in zona Famagosta, per la seconda volta in meno di due anni. Un blitz ha confermato l’ipotesi che quella che viene presentata al pubblico come una innocua attività commerciale nasconda in realtà un vero e proprio giro di prostituzione.

Il centro è gestito da una 43enne di nazionalità cinese, aiutata da tre dipendenti, tutte connazionali, di 27, 28 e 35 anni. Secondo quanto emerso dalle indagini condotte dai Carabinieri, riporta Fanpage, le donne offrivano prestazioni a pagamento, a partire da 50 euro fino ad arrivare a 100.

Sfruttamento della prostituzione

Le forze dell’ordine hanno denunciato la titolare per violazione dell’articolo 3 della legge Merlin sullo sfruttamento della prostituzione.

Già nel 2017 i Vigili dell’Antiabusivismo avevano chiuso la struttura in seguito alla segnalazione di una donna. Questa volta, a lanciare l’allarme sono stati i residenti della zona, insospettiti dalla grande quantità di uomini, di qualsiasi età, che andavano e venivano dal negozio a ogni ora del giorno. I Carabinieri hanno effettuato diversi appostamenti prima di fare irruzione nel locale. Qui, hanno trovato un uomo di 80 anni, quasi completamente svestito.

L’anziano ha dichiarato di essersi recato al centro massaggi per un dolore al ginocchio.

L’attività di copertura del centro massaggi era ben pubblicizzata tramite pagine web e allestimenti in vetrina, che invitavano la clientela a entrare per sottoporsi a massaggi rigeneranti. Alcuni uomini hanno raccontato di essere venuti a conoscenza del luogo grazie alle ottime recensioni lasciate da clienti affezionati: “Questo posto era molto ben recensito sui social network, in particolare su alcuni siti specializzati di incontri“.

Contents.media
Ultima ora